Home > Attualità > Domani a Napoli le ACLI della Campania con il "Patto per la (...)

Domani a Napoli le ACLI della Campania con il "Patto per la famiglia"

giovedì 13 marzo 2008, di Gabriella Castiello


NAPOLI – Domani, venerdì 14 marzo, doppio appuntamento per le Acli (Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani) della Campania. In mattinata presenteranno, infatti, il “Patto per la famiglia”, scritto con il contributo di esponenti della società civile e delle istituzioni, e nel pomeriggio eleggeranno i nuovi organismi, che governeranno l’associazione nel prossimo quadriennio.

Fitto il programma della giornata. Si comincia alle 9.30 con la presentazione del Patto. Interverranno il presidente provinciale delle Acli, Pasquale Orlando, la presidente regionale delle Acli della Campania, Eleonora Cavallaro, l’arcivescovo di Napoli, il cardinale Crescenzio Sepe, il presidente del Polo delle Scienze Umane dell’università Federico II, Massimo Marrelli. Con loro anche Luca Jahier, membro del Comitato Economico e Sociale dell’Unione Europea, Marie Panayotopolous-Cassiotou, presidente dell’intergruppo “Famiglia e Protezione dell’Infanzia” del Parlamento Europeo, Rosa Russo Jervolino, sindaco di Napoli. Le conclusioni saranno affidate al ministro della famiglia, Rosy Bindi, e al presidente nazionale delle Acli, Andrea Olivero.
Alle 15 inizierà il decimo congresso delle Acli della Campania dal titolo “Migrare dal Novecento. Abitare il presente. Servire il futuro. Le Acli di Napoli dal XXI secolo.” Nel tardo pomeriggio i delegati provenienti dalle cinque province campane eleggeranno il nuovo consiglio regionale, che nelle prossime settimane stabilirà il presidente delle Acli della Campania.
Nelle scorse ore è giunto alle Acli un messaggio del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che ha lodato il lavoro svolto dalle Acli per la stesura del “Patto campano per la famiglia.” Il Presidente ha scritto alla presidente Cavallaro che “l’impegno a favorire e sostenere la piena affermazione dei valori e delle risorse presenti nel mondo familiare sancito nella nostra Costituzione, impone l’adozione concreta di politiche pubbliche di tutela, rendendo possibile la combinazione di vita lavorativa e vita familiare nella parità tra i coniugi e, in particolare, assistendo i nuclei familiari più deboli, spesso minacciati da situazioni di grave disagio.”

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.