Home > Appuntamenti > Domenica mattina una visita guidata nel centro storico di San Giorgio (...)

Domenica mattina una visita guidata nel centro storico di San Giorgio organizzata dalla Fondazione Ente Ville Vesuviane.

venerdì 3 maggio 2013, di La redazione


SAN GIORGIO A CREMANO. Domenica 5 maggio, a partire dalle 11, l’architetto Celeste Finora, presidente dell’associazione Amici delle Ville e dei Siti Vesuviani, guiderà i partecipanti in un percorso denominato “Per le antiche strade di San Giorgio a Cremano”.

L’iniziativa, organizzata, anche grazie il contributo della Città di San Giorgio a Cremano, nell’ambito della XXV edizione della manifestazione “Le ville vesuviane tra artificio e natura” promossa dalla Fondazione Ente Ville Vesuviane, porterà i visitatori alla scoperta delle ville che ancora oggi mostrano visibile il segno dell’antica magnificenza. Alcune delle ville, private, apriranno i loro portoni in occasione della visita.

L’itinerario si snoderà tra le antiche strade che conducevano “alla Montagna”. Si partirà da largo Arso con la “villa e delizie dei Pignatelli di Montecalvo”, che mostra ancora oggi, nonostante i ponteggi per la messa in sicurezza, nell’impianto architettonico e negli stucchi residui dell’apparato decorativo, l’antica immagine.
Ci si incamminerà poi per via Pessina, fino ad arrivare a via Buozzi. Giunti in piazza Vittorio Emanuele II si proseguirà lungo via Roma, dominata dalla maestosa cancellata del parco di villa Vannucchi e, attraverso il parco restaurato, tra pergolati, siepi e roseti, dopo aver ammirato la splendida vasca d’acqua posta al centro del vasto giardino, si giungerà a villa Bruno.

Saranno presenti il sindaco Mimmo Giorgiano, l’assessore alla Valorizzazione delle Ville Vesuviane Giorgio Zinno, l’assessore al Bilancio Luigi Goffredi.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.