Home > Politica > Somma Vesuviana, Pasquale Piccolo:"Non siamo una bandiera dell’ultima ora, (...)

Somma Vesuviana, Pasquale Piccolo:"Non siamo una bandiera dell’ultima ora, ma un progetto che parte da lontano"

giovedì 9 maggio 2013


Somma Vesuviana. Una Sala Santa Caterina piena all’inverosimile ha accolto l’apertura della campagna elettorale de L’Aurora e Polis, entrambi sostenitori del candidato sindaco Pasquale Piccolo. “Il nostro movimento- ha esordito il candidato alla poltronissima di Palazzo Torino- ha una storia che non lo rende una bandiera dell’ultima ora, bensì un radicato e valido progetto condiviso da quelle stesse persone che oggi vi chiedono fiducia e che un anno fa si riunivano per studiare cosa fosse meglio per il nostro paese”. Piccolo ha poi spiegato le ragioni di una scelta: “Abbiamo sentito la forte esigenza di un alternativa che potesse proporre persone ed idee nuove, guidate da una passione che non richiede ricompense”. L’avvocato ha poi rilanciato la sua corsa alle amministrative annunciando che “nessun passo indietro sarà fatto, ma proseguiremo con forza e determinazione avanti e solo avanti perché chiedere, proporre e partecipare è un obbligo”. Poi il candidato sindaco dell’Aurora ha toccato alcuni dei suoi punti programmatici. Dallo “spostamento dell’ufficio del sindaco al primo piano di Palazzo Torino” come simbolo di una vicinanza tra istituzioni e cittadini, alla garanzia “di un servizio idrico erogato quotidianamente”. “Dalla riduzione della zona rossa” ai “servizi per gli anziani tramite sportelli ad hoc” e fino alla “riduzione delle tasse della nettezza urbana alle aziende locali”. Inoltre Piccolo ha rilanciato la sua proposta di mettere a disposizione delle attività sociali il proprio “indennizzo affinché la politica non sia un lavoro”. Prima di lui c’erano stati alcuni interventi di suoi candidati, come Anna Bianco, Floriana Carbone. Più quello di Giovanni Salierno, militante del movimento civico fondato da Piccolo. A seguire i contributi di Giuseppe Di Palma e Franco Coppola di Polis. Quest’ultimo, dopo aver proposto un minuto di silenzio, accolto dalla sala, per le cinque vittime della ss268, ha lanciato bordate contro quei “partiti sguarniti ormai del loro essere”. Partiti “finiti nelle mani di chi pensa che essi siano la propria casa in virtù del numero di tessere che detengono” è stato in sostanza il ragionamento del medico. Poi il candidato del movimento politico ha ricordato ciò che è successo in questi mesi di preparazione delle coalizioni per le amministrative del 26 e 27 maggio prossimi. “Non si è riuscito a costruire un progetto politico. Hanno solo sprecato tempo ed offeso la democrazia mentre, nel percorso intrapreso, c’è stata la possibilità di aggregare. Le battaglie- ha rincarato la dose Coppola- non si vincono nelle sezioni, dove in alcuni casi non si riescono nemmeno a pagare i fitti, ma sul campo. Piccolo- ha concluso il chirurgo- ha tutte le caratteristiche per poter essere sindaco, anche se la strada è molto difficile”. Intanto è ufficiale la data delle elezioni che si svolgeranno regolarmente il 26 e 27 maggio prossimi. I rappresentanti delle liste questa mattina, presso la mandamentale, hanno deciso di comune accordo di non ri-effettuare il sorteggio per il posizionamento dei simboli nella scheda elettorale. Unica novità nella scheda, che sarà ufficiale tra qualche giorno, dopo che la Prefettura avrà stampato il primo modello campione, sarà l’aggiunta di Polis sotto il rigo dell’Aurora.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.