Home > Cronaca > Terzigno, assunse il nipote al comune, condannato il sindaco (...)

Terzigno, assunse il nipote al comune, condannato il sindaco Auricchio

venerdì 10 maggio 2013


Terzigno. Il sindaco di Terzigno, Domenico Auricchio, è stato condannato in primo grado a 14 mesi e all’interdizione dai pubblici uffici con sospensione della pena da tribunale di Nola. Per lui l’accusa è quella di falso in atto pubblico. La condanna del vulcanico primo cittadino è giunta dopo che la Procura ha riscontrato che il Pasquale Auriemma assunto tre anni fa nel suo staff non è altro che suo nipote. “Sono sereno, vado avanti per la mia strada e sto già preparando il ricorso in Appello” ha fatto sapere il pidiellino Auricchio. “Non possiamo fare altro che accettare la sentenza, ma siamo pronti ad impugnarla. In ogni caso, questo non fermerà l’azione amministrativa. Stiamo procedendo alla realizzazione di opere e servizi e stiamo ridando dignità a Terzigno e ai terzignesi. Il resto conta poco”. La storia parte da lontano. Tre anni fa il sindaco decise di assumere il proprio nipote diretto nel suo staff. La decisione suscitò clamore soprattutto tra i banchi della minoranza cittadina che intervenne con un esposto alla Procura della Repubblica di Nola. Il tribunale si mosse quasi subito per accertare i fatti denunciati dai consigliere mentre Auricchio, per giustificare l’assunzione “familiare”, si apprestò a spiegare che il giovane staffista non era un suo parente. Preso atto della falsa dichiarazione del primo cittadino la Procura lo rinviò a giudizio. Da lì la sentenza di martedì che condanna in primo grado il sindaco a 14 mesi e all’interdizione dai pubblici uffici. L’opposizione ha subito chiesto le dimissioni del capo dell’amministrazione per una questione di trasparenza mentre lui, al Fatto Quotidiano ha dichiarato:”Resto al mio posto, non si tratta di una condanna a morte”!

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.