Home > Attualità > La figura del medico Francesco Romano giganteggia alla rassegna teatrale di (...)

La figura del medico Francesco Romano giganteggia alla rassegna teatrale di Saviano

Presenti il Sindaco dell’amministrazione comunale di Saviano, il dott. Carmine Sommese, il suo vice, il dott. Francesco Iovino e l’Assessore alla Cultura, il dott. Francesco Ferrara.

martedì 14 maggio 2013, di Mauro Romano


Serata di premiazione e dediche alla IX Rassegna Teatrale Città di Saviano, “Premio Carmine Mensorio’’, presentata dalla brava e simpatica Maria Grazia Ambrosino. Riconoscimenti sono stati tributati anche alla Compagnia Teatrale OMEGA di Cercola, dell’attore-regista Francesco Amoretto, che ha voluto dedicare l’ambito premio loro assegnato, alla figura del dott. Francesco Romano da Cercola, che in vita ha dato forti testimonianze nel “vero” volontariato; fino al 28 Giugno 2010, giorno della sua prematura scomparsa all’età di 56 anni. All’Evento hanno presenziato Autorità quali il Sindaco dell’amministrazione comunale di Saviano, il dott. Carmine Sommese, il suo vice, il dott. Francesco Iovino e l’Assessore alla Cultura, il dott. Francesco Ferrara.

Il primo cittadino ha premiato tutti i rappresentanti delle Compagnie Teatrali in cartellone, con parole di elogio, prima di passare alla presentazione della figura del compianto dottor Francesco Romano. Invitava sul palco la moglie dello scomparso, la gentilissima sig.a Carmela Esposito, la quale, benché emozionata, rivolgeva ringraziamenti per Amoretto, per l’Amministrazione Sommese e per l’Organizzazione del patron Giovanni Palladoro.

Alla chiamata sul palco, gli attori-registi ed autori Francesco Amoretto e Thomas Mugnano, rivolgevano apprezzamenti e ringraziamenti a tutti coloro che sono stati parte attiva per il successo di questa edizione teatrale. Il “Matt…Attore” Thomas, artista poliedrico che oltre che al teatro si cimenta con successo in variegate forme d’arte, quali la poesia, non ha lesinato apprezzamenti per il “salotto” savianese.

Altri riconoscimenti sono andati all’attrice Lucia Oreto e alla giovane Lucia Cirillo per il giornalismo.
Ospiti d’Onore Sofia Bianco, presidente Associazione S.O.F.I.A. onlus da Massa di Somma e Rossella Acunto, presidente Associazione “Solo per amore onlus’’ da Torre del Greco. Per l’occasione è stata messa in scena la commedia di Eduardo De Filippo “Non ti pago” da una Compagnia locale, ricevendo applausi e consensi di pubblico. A platea affollata in ogni ordine di posto, il Sindaco Sommese dava appuntamento alla prossima Rassegna 2013-2014.

Di seguito riportiamo il profilo del dr. Francesco Romano che nasce a Cercola il 17 Novembre 1954. Il noto medico si è sempre prodigato nel volontariato. Scopre il suo carisma proprio “praticando’’ la Compagnia Teatrale OMEGA, condividendone le stesse idee umanitarie e di solidarietà. Correvano gli anni ottanta quando il medico consiglia alla Compagnia di destinare l’incasso di tre serate a 120 famiglie di origine Albanese accampate in un campo, con case arrangiate alla meno peggio presso via De Meis in località Ponticelli-Barra. Il ricavato di 4 milioni e mezzo servì a “calzare’’ oltre 500 persone fra bambini e genitori. Quella stessa gente non riconosciuta in quegli anni dalle leggi Nazionali e quindi non assistite nemmeno dalla Sanità. Francesco Romano non si perde d’animo, si rimbocca le maniche e offre il suo tempo libero all’assistenza a domicilio di dette famiglie estremamente bisognose. Supera ogni tipo di difficoltà e nel momento che incontra sulla propria strada mamme in stato di gravidanza, coinvolge nel volontariato anche le colleghe ostetriche.

Da cattolico praticante, il Romano conosce Padre Carlo Cicala, che lo invita a Villa Literno dove cinquecento Extracomunitari vivono nel più profondo degrado, accampati nel capannone di una fabbrica che aveva chiuso i battenti. Insieme al dott. Eugenio D’Aniello, con l’Associazione Culturale OMEGA e i ragazzi che praticano la Chiesa Immacolata Concezione di Cercola, intervengono fattivamente a favore dei fratelli poco fortunati.

I volontari mettono a disposizione mezzi idonei al trasporto di vestiario, medicinali, cibo e principalmente assicurano un’assidua assistenza medica sanitaria. Il tutto avviene principalmente di sabato e di domenica. Il Romano si presta anche alle iniziative delle Suore Sant’Anna a Cercola, che operano a favore delle missioni. E’ sempre presente anche nelle iniziative della Caritas del luogo con tanta umiltà! Collabora con l’associazione Jonatha Insieme per gli altri, con presidente prof.ssa Enza Marotta.

Nel 1994 fa da tramite tra la Compagnia Omega e la Chiesa Dei Catini a Cercola, guidata allora da Padre Corrado e “suggerisce’’ alla Compagnia di destinare l’incasso di tre milioni di lire per la realizzazione di una condotta idrica in Eritrea, in una località che prima non aveva acqua.

Nel 2001 il dott. Romano, con la collaborazione dell’Associazione “Solo per amore’’ Onlus di Portici della presidente, la d.ssa Rossella Acunto Farese, segna un’altra pagina della sua storia di volontariato. La città interessata per questa nuova iniziativa è ORSHA nella Repubblica di Bielorussia, dove, per raggiungere un orfanotrofio dall’Aeroporto di Minsk ci vogliono circa 5 ore di viaggio, con mezzi non idonei e dove i bagni pubblici e docce sono distanti 3 km e mezzo dall’internato.

Il Romano e la d.ssa Rossella Acunto, con una donazione da parte della ditta Gigliotti-Scania, comprano un Bus Volvo e il 10 ottobre 2001 partono da Napoli con lo stesso mezzo ed un Camper, percorrendo 3500 Km. per arrivare a OSCHA e donare il Bus ai responsabili della struttura di accoglienza giovanile. C’è da dire, inoltre, che il nostro benefattore, nel proprio studio segnalava continuamente alle Associazioni del territorio le famiglie bisognose di sua conoscenza, facendo ricevere alle stesse pacchi/spesa a domicilio; il tutto nel più rispettoso anonimato.

Il Dott. Francesco Romano pur avendo famiglia - moglie e tre figli – decide di accudire una bambina di origine Russa, che poi trattiene stabilmente a casa per la gioia di tutti. Oggi la ragazza è diventata una sportiva che gioca a Pallacanestro nella squadra di seri C femminile del TAIGHER SAVIANO.

Purtroppo, il filantropo umanitario ci lascia prematuramente il 28 Giugno 2010 all’età di 56 anni, colpito da un infarto quando stava per raggiungere il proprio studio. Soccorso dai pazienti che l’aspettavano, purtroppo non ci fu niente da fare! Proprio loro che gli volevano tanto bene, gli lasciarono l’ultimo saluto.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.