Home > Sport > Calcio Vesuviano, al via il Torneo San Giacomo, II edizione. Il sindaco: (...)

Calcio Vesuviano, al via il Torneo San Giacomo, II edizione. Il sindaco: "Un momento sport e forte aggregazione".

martedì 14 maggio 2013, di La redazione


POLLENA TROCCHA. Più squadre in gara, più partite e ben due mesi di sport: è quasi un campionato il Torneo San Giacomo 2013. La manifestazione di calcio a cinque, è giunta quest’anno alla sua seconda edizione.

Organizzato da Arturo Piccolo, Luciano Curcio e Pasquale Montella, il torneo si disputerà sui campi del centro polisportivo “Giovanni Paolo II” e vedrà confrontarsi tredici squadre che si affronteranno in due gironi preliminari, prima delle fasi eliminatorie che porteranno alla finalissima di luglio.

“La partecipazione di un numero sempre maggiore di squadre e l’entusiasmo dei giovani e meno giovani del nostro territorio ci ha spinti a impegnarci per il secondo anno consecutivo in questa avventura”, hanno dichiarato gli amministratori.

“Ringraziamo tutti gli sponsor che hanno creduto con noi in questa iniziativa e auguriamo buon divertimento ai calciatori e ai tifosi augurandoci che siano numerosissimi come l’anno scorso”, hanno concluso.

La cerimonia inaugurale si è tenuta ieri sera alla presenza di un nutrito gruppo di cittadini e del sindaco Francesco Pinto.
“A nome dell’amministrazione comunale che rappresento ringrazio gli organizzatori: attraverso questa manifestazione si celebrano i sani valori dello sport e si crea un momento di forte aggregazione non solo per gli atleti ma per tutti i cittadini di Pollena Trocchia”, ha commentato Francesco Pinto.

“Un grande in bocca al lupo va a tutte le squadre che si confronteranno sui nostri campi e auguro a tutti i calciatori di vivere con entusiasmo e gioia l’agonismo sportivo”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.