Home > Attualità > Comunicati Stampa > Somma Vesuviana, Paola Raia: "Il Forum dei giovani è una priorità per i (...)

Somma Vesuviana, Paola Raia: "Il Forum dei giovani è una priorità per i ragazzi della nostra città"

giovedì 16 maggio 2013, di Comunicato Stampa


Carissimi amici di Onda Bianca,
vi ringrazio per l’opportunità concessami e soprattutto per l’interesse e l’amore che ancora una volta avete dimostrato per la nostra città. Grazie!
Di seguito alcuni punti del mio programma elettorale, che è stato stilato grazie al contributo dei giovani candidati del mio gruppo e dei cittadini con i quali quotidianamente mi relaziono.
In sintesi:

1) Politiche giovanili, progetti ed iniziative concrete
“Giovani non si nasce, si diventa” ed io aggiungerei: “quando ad essi ne viene data l’opportunità”.
Ed è proprio questo il mio obiettivo: valorizzare il talento, promuovere le politiche giovanili, offrire spazi di aggregazione, incentivare l’occupazione under ’35, favorire la partecipazione dei giovani alla vita pubblica; tutto questo in un’ottica di compartecipazione e di condivisione che consenta ai giovani di essere co protagonisti del cambiamento.
Un cambiamento fatto di idee concrete, sostenibili e soprattutto realizzabili! Un cambiamento fatto da e per i giovani: professionisti, artisti, lavoratori, studenti ma soprattutto sognatori!

2) Forum dei Giovani di Somma Vesuviana, quale peso specifico nelle scelte amministrative
Il Forum dei Giovani è un organo progettuale che concorre alla definizione delle politiche giovanili prendendo spunto dalle istanze dei suoi giovani protagonisti: rappresenta pertanto una palestra per tutti i giovani che intendono avvicinarsi alla politica attiva ed uno strumento di comunicazione indispensabile per un dialogo funzionale tra la realtà giovanile locale e l’amministrazione comunale.
Per questo motivo ho accolto favorevolmente le proposte di alcuni nostri giovani candidati, (già consiglieri del precedente Forum dei Giovani) di dare seguito al lavoro svolto sino ad oggi, mantenendo vive alcune delle iniziative già intraprese e favorendo la nascita di nuove progettualità grazie ad una inedita e rinnovata autonomia decisionale e gestionale.
È necessario offrire al Forum gli strumenti affinché esso possa lavorare liberamente e nell’interesse collettivo.

3) Bene confiscato alla camorra e destinato al Forum dei Giovani di Somma Vesuviana
Solo qualche mese fa al Forum dei Giovani è stato consegnato un bene confiscato alla criminalità organizzata: una vittoria per tutti i giovani cittadini sommesi che non smettono di combattere per la legalità.
Una vittoria che deve consentire la nascita di una vera “Casa della legalità”: una casa non solo “arredata” ad hoc ma anche così “calda ed accogliente” da consentire a tutti i giovani ed alle realtà associative ad esse afferenti di poter liberamente proseguire nella lotta alla camorra.

4) Giovani e disoccupazione, quali punti in agenda sono previsti per risolvere questo annoso binomio
Senza un lavoro i giovani perdono, oltre che la dignità, anche la libertà di sognare. È proprio per questo motivo che voglio contribuire allo sviluppo di formule imprenditoriali innovative: dal micro credito (riproposto in chiave alterativa rispetto a quella tradizionale) agli scambi con l’estero, dalla fabbrica del talento alla creazione di un marchio locale, dai percorsi di internazionalizzazione alla valorizzazione del patrimonio locale, dalla riduzione delle imposte locali per le attività neo nate ai premi incentivanti, dalle attività di consuling per le imprese in difficoltà a quelle di tutoring per quelle di nuova costituzione.

5) Giovani e Cultura, quali strumenti di stimolo affinché le fasce d’età più sensibili del nostro territorio comincino a riavvicinarsi al mondo culturale?
“La cultura non è professione per pochi: è una condizione per tutti, che completa l’esistenza dell’uomo” recitava Elio Vittorini.
Ed è per questo che la cultura, per essere tale, deve essere resa fruibile ed accessibile a tutti, attraverso un linguaggio universale che sappia coniugare e tradurre tutte le diverse espressioni. Tra i miei progetti un centro che promuova il talento in tutte le sue forme (da quello tecnico a quello artistico); un connubio di eventi, programmati e periodici, che funga sia da attrattore turistico che da palcoscenico per coloro i quanti ne facciano richiesta; dei percorsi formativi che consentano di studiare all’estero e di ospitare delegazioni straniere.

6) Giovani e sport, quali prospettive:
Lo sport è “quell’insieme di attività fisiche che impegnano e sviluppano capacità psicomotorie e socio – relazionali” per questo intendo promuovere lo sviluppo di una rete di associazioni tale da offrire ai miei cittadini un palinsesto di attività sportive completo, esaustivo e soprattutto eterogeneo.
Mi piacerebbe, infatti, incoraggiare quelle discipline agonistiche non comunemente praticate (quali ad esempio: il pugilato, le arti marziali, il tennis) che, permettendo una canalizzazione delle energie negative, come l’aggressività, possano contribuire ad arginare il fenomeno del bullismo.
Uno dei miei progetti, oltre alla riqualificazione degli impianti sportivi già esistenti, prevede l’istituzione di “Olimpiadi comunali” attraverso le quali far emergere il talento di giovani che, anche grazie a delle borse di studio, possano rappresentare Somma nei circuiti sportivi nazionali ed internazionali.

7) Giovani e spazi urbani, quale futuro:
“Il centro e le sue tante periferie”: è questa di solito la descrizione che si fa di Somma. Una descrizione che spesso rispecchia il mancato collegamento tra le varie zone che la compongono; un collegamento non solo logistico ma anche e soprattutto di “pensiero”.
A tal proposito occorre ripensare alla nostra città non come un insieme di zone, ma piuttosto come una sola grande area in cui non solo vengano garantiti i trasporti da/e per ma come un area in cui gli eventi, le attività ed i servizi vengano ripartiti e fruibili per tutti.
La realizzazione del centro polifunzionale integrato in uno degli edifici storici di Somma (da tempo in disuso) va esattamente in questa direzione; così come la creazione di aree Wi-Fi e l’individuazione di nuovi siti di aggregazione e di partecipazione attiva.

8) Giovani ed Ambiente, come creare una nuova coscienza ecologista in una terra martoriata da anni di scempi ecologici sul territorio:
Negli ultimi anni abbiamo spesso sentito parlare di ecologia, ambiente, eco sostenibilità: parole apparentemente semplici ma che in realtà sottendono un significato politico complesso ed importante.
Proprio per questo ho dedicato un intero capitolo del mio programma di governo a questa tematica proponendo, tra le varie iniziative, e con l’ausilio delle associazioni e degli enti di categoria:
a) un percorso attraverso i sentieri del Parco Nazionale del Vesuvio volto ad analizzare la storia sommese, esaminando gli effetti della man’s hand (mano dell’uomo): dall’abusivismo edilizio alle opere di salvaguardia ambientale, dalla deforestazione alla riqualificazione territoriale, dall’emergenza rifiuti alla raccolta differenziata;
b) uno spazio dedicato alle idee giovanili in tema di ricerca e sviluppo eco sostenibile, di rispetto dell’ambiente, di recupero e di riqualificazione delle aree inquinate, di ricorso alle risorse rinnovabili;
c) uno studio sulla contaminazione delle nostre terre e sull’incidenza di tali contaminazioni sullo stato di salute della nostra popolazione;
Ciò darebbe anche seguito ai progetti regionali “No Limits” (riservati ai soggetti diversamente abili) e ai percorsi formativi “Guide esclusive del Vesuvio” già intrapresi dal Parco Nazionale del Vesuvio (in un ottica di efficienza ed efficacia nella gestione delle risorse pubbliche).

Cordialmente Paola Raia, Candidata a Sindaco

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.