Home > Politica > Verso il voto. Voglia di stabilità: i candidati si confrontano sul (...)

Verso il voto. Voglia di stabilità: i candidati si confrontano sul programma.

venerdì 17 maggio 2013, di Patrizia Panico


CERCOLA. A meno di dieci giorni dal voto, i sette candidati alla fascia tricolore intensificano gli incontri per illustrare le priorità dei singoli programmi elettorali.

Un’occasione speciale anche per i cittadini sarà l’happening organizzato per il confronto dei sette competitor che dal palco del Teatro comunale, oggi alle 17, si confronteranno sui rispettivi programmi elettorali.

Obiettivo principale quello di spiegare agli elettori i contenuti del programma ma, soprattutto, le manovre più urgenti per risollevare il Comune , amministrato negli ultimi sette mesi da un commissario prefettizio. I cittadini sono stanchi di inutili parole e solite promesse, chiedono concretezza e risposte.

Risposte che Salvatore Calvanese (Progetto Cercola e Partito Italia Nuova), Achille De Simone con Noi Popolo del Sud; Giorgio Esposito (Pdl, Nuovo Psi, Udc, civica La Mia Città), Salvatore Grillo (Pd, Cercola Città Solidale), Vincenzo Fiengo (Cd, Movimento democratico, Sel, Pse, Verdi), Luigi Giliberti (Impegno e Partecipazione) e Angelo Visone (M5S), i sette candidati a sindaco proveranno a dare.

Qual è il programma da realizzare a breve termine, quale misura da attuare con maggiore urgenza e quale squadra affiancherà il primo cittadino nella realizzazione dei programmi? Questi sono i dubbi che i cittadini cerco lesi vorranno sciogliere prima di scegliere chi li dovrà guidare per i prossimi cinque anni.

Per Calvanese, sostenuto dall’ex sindaco Pasquale Tammaro, la parola d’ordine è continuità. La sua intenzione è quella di portare a termine il programma della passata amministrazione: “Avvieremo subito l’attuazione del Piano viabilità e parcheggio, il potenziamento dei servizi scolastici e la messa in funzione del campetto di calcio in via Serao.

Attueremo l’area verde attrezzata in località Caravita e porteremo a termine il progetto Forumiamo e il Forum giovani. Per quanto riguarda la squadra, sarà formata per gran parte dai candidati presenti nelle liste con ampia rappresentanza femminile”.

Lavoro e ordine pubblico sono gli obiettivi su cui punta De Simone che di Cercola è già stato sindaco nell’Ottanta e assessore nella scorsa amministrazione. “Affidando la gestione di alcuni servizi a cooperative sociali comunali, ritengo di risolvere buona parte della disoccupazione giovanile. Inoltre sgomberando i campi rom illegali, nati a confine con Napoli, pensiamo di ridurre i numerosi fenomeni di microcriminalità verificatesi negli ultimi tempi”.

De Simone espone la sua ricetta per risanare la casse comunali: “Per dare ossigeno ai conti in rosso del Comune credo si debba realizzare una sanatoria per abusi edilizi di necessità, che spesso i cittadini hanno realizzato a causa di una mancata progettualità da parte degli Enti sovra comunali. Sono progetti importanti per realizzarli mi circonderò di giovani e donne laureati e con specifiche competenze”.

Per Esposito è necessario ricucire lo strappo tra cittadini e istituzioni: “Intendo avviare un dialogo diretto con la cittadinanza, attraverso il ricevimento settimanale e l’istituzione di un blog per raccogliere le istanze dei cittadini: fare il punto con loro sulle attività amministrative.

Avvieremo la verifica dello stato economico dell’Ente per contenere le tasse comunali e la manutenzione di tutte le aree a verde. Per fare ciò sono necessarie le procedure per la pianificazione territoriale. La mia giunta sarà, quindi, all’insegna della competenza professionale, dello spirito di dedizione e dell’appartenenza territoriale”.

Fiengo condanna in toto la politica delle precedenti amministrazioni: “Bisogna ripartire da zero per riportare il paese alla normalità: politiche di bilancio, assetto territoriale e politiche attive de lavoro.
Ma soprattutto bisogna perseguire l’azione di risanamento del bilancio comunale, senza far gravare sui cercolesi una pressione fiscale insostenibile e contestualmente incentivare misure di sostegno a reddito.

Metterò al servizio dei cittadini le migliori esperienze dei partiti della coalizione. Un mix di giovani professionisti e figure storiche”.

Giliberti punta tutto sul rinnovamento morale della politica: “Modificherò lo statuto comunale per introdurre l’adesione alla Carta di Pisa, il Codice etico per promuovere la cultura della legalità e della trasparenza negli Enti locali.

Punteremo sui giovani con il potenziamento della biblioteca, carta dei servizi e Forum dei giovani. Ma l’obiettivo più urgente sarà l’attenuazione della pressione fiscale con l’impiego dell’avanzo di bilancio 2012 per ridurre Tares, Imu e addizionale Irpef. Avrò una squadra snella e competente, al massimo sei assessori scelti anche all’esterno del consiglio comunale”.

Per Grillo il diktat è quello di portare a termine l’intera legislatura, operazione non riuscita alle passate amministrazioni. “Non mi piace parlare di obiettivi a breve termine: abbiamo realizzato un programma di legislatura quinquennale e il mio impegno città è quello di realizzarlo in toto.

Bisogna realizzare l’Unione dei Comuni del Vesuviano interno per accedere ai finanziamenti europei, nazionali e regionali riducendo così i costi a carico dei cittadini. Tra i primi obiettivi intendo realizzare uno sportello antiviolenza per le donne e le famiglie in difficoltà.

La mia squadra sarà composta di giovani, donne e persone con capacità professionali, dotati di spirito di sacrificio e doti di moralità e onestà”.

Visone punta sui cavalli di battaglia pentastellati: ecologia, trasparenza e candidature scelte via web. “Sensibilizzeremo le società di trasporto del all’utilizzo di veicoli a basso impatto ambientale, gestione delle affissioni pubbliche nel rispetto del decoro e della legalità perseguendo eventuali abusi.

Inoltre è fondamentale il controllo e la revisione dei regolamenti comunali che avverrà con trasparenza. Perseguiremo tale priorità mettendo mano ai regolamenti che disciplinano la partecipazione popolare.

Per la squadra promuoveremo l’autocandidatura da parte dei cittadini al ruolo di Assessore lanciando sul web e per le strade della città l’iniziativa, attraverso la quale selezioneremo dai curricula le professionalità adeguate”.

di Patrizia Panico de Il Mattino area Sud - Costiera

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.