Home > Politica > Iacone: “Le politiche sociali la mia priorità. Primo atto della nuova giunta: (...)

Iacone: “Le politiche sociali la mia priorità. Primo atto della nuova giunta: mensa scolastica gratuita alle famiglie con reddito inferiore a 15mila euro”.

sabato 18 maggio 2013, di La redazione


PORTICI. “Metteremo in campo una concreta iniziativa di tagli alla spesa pubblica e di alienazioni di quegli immobili non più utili alle funzioni comunali, per investire nuovi fondi a favore delle politiche sociali così da garantire l’ampliamento dei servizi sociali, l’assistenza ai disagiati, la vicinanza a chi soffre”.
Lo ha dichiarato il candidato sindaco del centrosinistra Giovanni Iacone nel corso di un incontro con gli operatori sociali e i rappresentanti del mondo dell’associazionismo, del volontariato e della cooperazione sociale della città.

“Il primo atto che farò approvare in Giunta dopo la mia elezione a Sindaco sarà garantire la mensa scolastica gratuita alle famiglie che hanno un reddito inferiore a 15mila euro l’anno e non solo a quelle che hanno reddito zero. – prosegue Iacone – ma le politiche sociali saranno la nostra priorità per tutto il quinquennio”.

Iacone snocciola, poi, gli altri interventi che saranno messi in campo: “Per gli anziani intendiamo potenziare il servizio di assistenza domiciliare. Continueremo il servizio di assistenza estiva e dei pasti a domicilio; manterremo sempre attivo il servizio di tele-sorveglianza domiciliare.

Continueremo a erogare i contributi per il ricovero in case albergo. Apriremo il Centro Sociale in via Scalea, appena realizzato e disponibile per l’intero quartiere con l’obiettivo di offrire non solo un punto d’incontro agli anziani ma pure ai giovani.

Per i cittadini diversamente abili lavoreremo per aiutarli a compiere percorsi di formazione professionale e di avviamento al lavoro, sostenendo le borse lavoro promosse dall’Asl e ci proponiamo di continuare nella già consolidata politica di abbattimento delle barriere architettoniche per l’accesso agli edifici pubblici e privati.

Per i minori intendiamo riconoscere la cultura, il diritto al gioco e la partecipazione quali elementi fondanti della personalità del minore e dell’adolescente: per questo contiamo di rendere Portici sempre più una Città a misura di bambino e di bambina, di ragazzo e di ragazza, affidando a essi una serie di strumenti di partecipazione e di ausilio alla conoscenza di se stessi e del territorio, in collaborazione con le scuole, il Forum dei Giovani e l’Informagiovani.

Doteremo la Città di un Asilo Nido Comunale in via Cassano. Intendiamo infine conservare e accrescere il servizio tutoraggio, il servizio adozione nazionale ed internazionale, il sostegno scolastico, il sostegno a famiglie con minori”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.