Home > Attualità > Allagamenti, l’impegno di Regione e Arcadis: dialogo con i cittadini e tempi (...)

Allagamenti, l’impegno di Regione e Arcadis: dialogo con i cittadini e tempi certi.

venerdì 24 maggio 2013, di La redazione


POGGIOMARINO. La commissione regionale speciale per il controllo delle bonifiche ambientali, presieduta dal consigliere regionale Antonio Amato, si è riunita questa mattina per discutere della questione degli allagamenti del territorio di Poggiomarino, dovuti alle esondazioni delle vasche Pianillo e Fornillo.

L’incontro è avvenuto alla presenza dei rappresentanti delle amministrazioni comunali di Poggiomarino, Terzigno, San Giuseppe Vesuviano e Striano, dell’assessore regionale ai lavori pubblici Eduardo Cosenza, del commissario di Arcadis (l’agenzia che deve effettuare i lavori di completamento dei tratti fognari), Flavio Cioffi, di alcuni consiglieri comunali di Poggiomarino, di esponenti dei locali circoli del Pd e del Pdl e dei cittadini rappresentanti delle associazioni che da tempo si battono per denunciare il disastro ambientale del territorio.

Il commissario Cioffi ha aggiornato i presenti sulla tempistica per la realizzazione dei lavori propedeutici all’allacciamento delle fogne di Terzigno e San Giuseppe Vesuviano all’impianto di depurazione e allo svuotamento delle vasche (impianti di sollevamento, rete fognaria di alcuni Comuni, sistemazione di strade e collettori).

Cioffi ha spiegato che le difficoltà di questi mesi sono state dovute soprattutto al fatto che il Governo non aveva ancora trasferito i fondi: Arcadis ha avuto, dunque, problemi a pagare le ditte, alcune delle quali avevano paventato anche la rescissione del contratto. La questione, tuttavia, è stata risolta e, stando a quanto spiegato da Cioffi, i lavori dovrebbero essere completati entro il 30 settembre 2013. Successivamente si procederà al collaudo delle opere, all’allacciamento delle fogne di San Giuseppe e Terzigno e, infine, allo svuotamento delle vasche (non prima della caratterizzazione dei sedimenti presenti nelle vasche).

Tempi non certo brevi, al punto che il vicesindaco di Poggiomarino Giuseppe Annunziata ha palesato tutte le sue preoccupazioni: “La situazione è drammatica e i cittadini non ce la fanno più. Ringraziamo le istituzioni che accolgono le nostre istanze, ma bisogna fare presto prima che la collettività passi a proteste clamorose che, francamente, non mi sentirei di condannare”.

Carmine De Filippo, in rappresentanza delle associazioni, ha consegnato un documento chiedendo l’istituzione di un tavolo tecnico permanente che fornisca un aggiornamento periodico sull’avanzamento dei lavori e proponendo che la sede dell’Arcadis venga spostata a Poggiomarino.

Arcadis ha dato la sua disponibilità e lo stesso vicesindaco Annunziata ha ribadito: “Siamo pronti a mettere a disposizione di Arcadis un ufficio del Comune”. Il presidente Antonio Amato e l’assessore Edoardo Cosenza hanno ribadito il loro impegno e la loro disponibilità.

Significativi ed importanti anche gli interventi del rappresentante di “Amici del Sarno” Carmine Ferrara, del consigliere di minoranza Andrea Forno, dell’assessore di San Giuseppe Vesuviano Luigi Miranda, dei consiglieri regionali Anita Sala e Luciano Passariello, presenti assieme ad altri consiglieri regionali come Mario Casillo e Mafalda Amente.

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.