Home > Politica > Dalla Raia un appello a tutte le forze politiche: «Sostenetemi, Il destino (...)

Dalla Raia un appello a tutte le forze politiche: «Sostenetemi, Il destino della città è più importante di qualunque altra cosa»

martedì 4 giugno 2013, di Comunicato Stampa


«Tra qualche giorno la città sarà chiamata di nuovo al voto, lo strumento più rapido per cambiare in modo concreto le sue sorti, per questo invito tutti i cittadini a recarsi alle urne allo scopo di esprimere per la seconda volta la volontà evidente di invertire la rotta, di seguire un vento capace di spazzare via la cattiva amministrazione e rendere l’aria pulita. E mi rivolgo alle forze politiche locali alle quali chiedo energicamente di partecipare al progetto di ripristino della buona politica: unite a sostegno della mia candidatura, considerando il ballottaggio simbolo di un vero rinnovamento.»

E’ l’appello di Paola Raia, prima donna nella storia di Somma Vesuviana candidata alla carica di sindaco. «Il primo cittadino è, per definizione, il sindaco di tutti. Ideali e logiche di partito caratterizzano scelte e posizioni forti, ma dinanzi all’amore per la nostra città dovremmo agire solo per il bene dei cittadini, unicamente in direzione delle loro esigenze. E’ un dato di fatto che tutti siamo scesi in campo per l’interesse collettivo, per beneficiare Somma, per migliorarla e guardare avanti. Molti dei punti del mio programma collimano con i vostri: come voi e con voi intendo rendere la città fiore all’occhiello della provincia di Napoli».

La consigliera regionale considera il ballottaggio una svolta storica: «La campagna elettorale è sempre un’esperienza unica, ma porterò questa in particolare nel mio cuore, poiché ho sofferto con la mia gente quando ho percepito lo sconforto e la sfiducia nei riguardi della politica; ho provato rabbia quando ho incontrato lungo il mio cammino qualcuno che ha affermato che “tanto le cose non cambieranno mai”, o con disprezzo “che siamo tutti uguali”, ma ho sempre trovato la forza di ribadire che si può amministrare diversamente spingendo alla crescita questa città abbandonata a se stessa, che un’alternativa seria c’è ed è a portata di mano e che, soprattutto, non è vero che siamo fatti con lo stampino. Nelle case, per le strade, nelle piazze in questi mesi ho raccolto consensi divulgando i punti del mio programma e presentandomi con semplicità, un requisito essenziale per abbattere le distanze e aprire al dialogo con gli altri. Non ho raccontato frottole, non ho ingannato, non ho raggirato i miei concittadini perché questo atteggiamento non mi appartiene, non ci appartiene. Soprattutto non ho promesso inesistenti posti di lavoro, ma ho parlato di “creare occupazione” utilizzando risorse che già abbiamo e promuovendo la nascita di iniziative economico-commerciali che ne favoriscono l’aumento. Il lavoro non va elargito! Tutti, specie i giovani, hanno lo stesso diritto di provare, di essere scelti e valorizzati per le loro specifiche competenze. Un buon amministratore può e deve garantire equità e correttezza, e l’unica strada che conduce alla scelta di quest’ultimo è il voto. Solo così il ballottaggio potrà risultare una svolta storica, un turbine, una rivoluzione collettiva contro un sistema politico errato che ha disastrato Somma.»

Poi alle forze locali: «Con la tenacia che mi contraddistingue da sempre, con il cuore e la mente rivolti a Somma e ai cittadini chiedo a voi tutti di tener conto della volontà della nostra gente, che a volte teme il cambiamento perché ovviamente non lo conosce, ma noi abbiamo il dovere morale di trasformare questa titubanza in qualcosa di forte. Io ci credo! E so che anche voi siete stanchi di una politica clientelare, poco democratica e opportunista. Il presente lo conosciamo bene, il passato non ci ha mai soddisfatti: questo è il momento di osare, di provare scegliendo il nuovo. Una politica di coalizione, di gruppo, di collaborazione sarà la soluzione ottimale per il futuro di Somma. Dimostriamo, pur rimanendo legati alla nostra identità, che il destino della città è più importante di ogni altra cosa, che pur di vederla rifiorire siamo pronti a guardare nella stessa direzione!»

Messaggi

  • Faccio politica dall’età di 15, non ricordo altro di Lei che stare sempre in giro, ma senza masticare politica; da quando ha finito gli studi privati chi l’ha vista più per il paese; tranne a qualche festa privata dove per l’occasione indossava abiti molto fashion (sembrava una comparsa di beautiful); poi le tracce sono svanite fin quando un venerdì Santo compare fuori alla Collegiata con a seguito marito bello eh diciamolo! di fianco al grande e grosso Carmine che si contendevano la scena mah! chi lo sa per quale motivo (elezioni 2010 regionali?); dalla sua elezione non un articolo sul suo operato fino al mese in cui (settembre 2012) il Sindaco PDL avanza l’ipotesi di una sua ricandidatura la 3°, e da quell’istante si scatena l’inferno con la dichiarazione della coordinatrice cittadina pdl, perchè si è accaparrata anche questo titolo oltre la carica di consigliere grazie alla legge della doppia preferenza maschio-femmina, che fortuna eh!,che redarguisce il primo cittadino con frase "fuga in avanti", senza preventivare che la decisione spettava al direttivo del PDL (Paola, se stessa); festa del PDL al Casamale di venerdì con big campani del partito: Castiello,Raia ecc.. e 4 gatti tra cui i Granato a seguito e festa del PDL cinema Arlecchino il sabato con grande partecipazione e il Sindaco che accoglie politici campani Carfagna, Milo, Russo; un successone di pubblico. Dopo un mese dall’evento tolgono il simbolo al Sindaco ma chi lo sà il perchè? ormai visto com’è andata e va la campagna elettorale gli autori di questo trattato o saggio o studio sono i THE BROTHERS

  • Come è strana la vita! Tu fai politica da quando avevi 15 anni e non ti hanno eletto neanche nel direttivo condominiale, la Raia andava solo in giro tutta fashion ed è stata eletta da 20.000 persone Consigliere Regionale. Non ti sembra che visti i fatti sei molto poco credibile in quello che scrivi?
    Mi aspetto che adesso scriverai, sotto anonimato, che sai il padre... i soldi...e chi più ne ha più ne metta....
    Saluti affettuosi
    Salvatore
    P.S. Ti auguro di vincere qualcosa nella vita, invece di buttarla scrivendo minchiate al computer

  • La politica,come tutti sanno, ha cessato da molto tempo di essere scienza del buon governo, ed è diventata invece arte della conquista e della conservazione del potere.È un peccato che le persone che sanno come far funzionare il paese siano troppo occupate a guidare taxi o a tagliare capelli.Ci sono due modi di fare il politico: si può vivere "per" la politica oppure si può vivere "della" politica.

  • Salve un piccolo commento da uno che non ha molto da scegliere fra i due. Perché uno non dimentica di dirci che "ci vuole bene" da ogni manifesto, e da un’altra che si ricorda di Somma solo da qualche mese. Sicuramente ricordo qualche suo manifesto, in verità anche dell’On. Reg. Mocerino, che ci trattano da vassalli facendoci sapere ogni tanto, che " grazie al loro interessamento" il comune di Somma ha ricevuto qualcosa che in realtà spettava anche senza il loro interessamento. L’impegno politico dovrebbe contribuire a far crescere la consapevolezza civica e non il senso dello sconforto perché nel 2013 ci considerano ancora e solo come elettori da blandire. Ho letto con attenzione entrambi gli appelli, ci si chiede il voto, ma poco si capisce sul perché dovremmo darlo, e sopratutto in base a che cosa scegliere e chi dei due. Purtroppo, come dicevo all’inizio, c’è poco da scegliere e non c’è neanche il sole per potere andare al mare. Resta la tristezza per un possibilità di cambiamento perso che ci costringerà ad aspettare altri cinque anni, sempre che il centrosinistra( quello ufficiale dei partiti di governo) di Somma decida cosa vuole fare da grande. Forse una sola grande speranza nei giovani che come tanti Davide hanno avuto il coraggio di sfidare due Golia. Coraggio ragazzi sopratutto voi non arrendetevi mai!

  • cara PAOLA RAIA questi che parlano cosi’ nn sanno nemmeno dove abitano,vai cosi’ e cerchiamo di cambiare questa ’’cittadina bellissima’’SOMMA non puo’ morire..ti voteremo di vero cuore,sei giovano e si puo’ parlare con te,sicuramente ci puoi capire......forza e non molliamoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo maiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.