Home > Politica > Paola Raia (Pdl): "Prendo atto che a Somma il coordinatore provinciale è (...)

Paola Raia (Pdl): "Prendo atto che a Somma il coordinatore provinciale è contro il suo stesso partito"

giovedì 13 giugno 2013, di Comunicato Stampa

“Prendo atto, - esprime in una nota il consigliere regionale Pdl Paola Raia - con non poco stupore, che la sconfitta del candidato Sindaco del Popolo delle Libertà a Somma Vesuviana è da addebitare all’attivismo politico del coordinatore provinciale On.le Cesaro e di altri parlamentari del PDL, che si sono molto spesi a favore del candidato Allocca ed hanno finanche partecipato, durante la campagna elettorale, a manifestazioni pubbliche e private. Il sostegno pubblico al candidato Allocca - sottolinea l’On.le Raia - da parte del Coordinatore provinciale On.Le Cesaro e degli altri parlamentari del PDL contrasta palesemente con i principi ed i programmi del Popolo della Libertà: in particolare con l’impegno, che essi hanno assunto, a collaborare alla realizzazione degli scopi associativi, a rispettare le norme statutarie e regolamentari e le delibere degli Organi direttivi del partito. Sarà quindi il Collegio dei Probiviri, a cui faranno ricorso gli iscritti al PDL di Somma Vesuviana, a valutare e censurare il loro comportamento. Piuttosto che “gongolare” della mancata vittoria del PDL a Somma Vesuviana – aggiunge la Raia - il Coordinatore Provinciale Cesaro dovrebbe fare una seria riflessione sulla sconfitta elettorale del partito in provincia di Napoli, tra le peggiori d’Italia, e trarne le dovute conseguenze. Da parte mia, la consapevolezza di aver condotto una battaglia politica con l’avversione pubblica del Coordinatore provinciale e di tanti altri parlamentari del PDL ma con il sostegno convinto e genuino di tanti elettori di Somma Vesuviana, circa 7000, che hanno visto nella mia persona il cambiamento, la legalità e la buona politica. Gli eventi futuri diranno da quale parte sarebbe stato giusto stare. Rimango in campo - conclude la Raia - a tutela dei miei concittadini e per affermare a Somma Vesuviana i valori ed i principi che animano il nostro partito”.

Messaggi

  • Ora si fa tanto caos su chi è intervenuto ai comizi,ma il simbolo come mai è stato tolto al Sindaco Allocca? Perché non spieghi questo On. Raia? Al direttivo provinciale c’erano tutte le persone che hanno votato Allocca Sindaco.Ci racconti come è andata la storia del simbolo. Grazie

  • Signora Raia ma perchè quello che dice adesso sui vertici del suo partito non l’ha detto durante la campagna elettorale? La sua sconfitta e insuccesso elettorale lo si vuole attribuire ad altri e non a se stessi? E poi due consiglieri regionali coalizzati con due apparati di partito alle spalle si è visto che bella figura hanno fatto. E che dire di Mocerino che in campagna elettorale non si è proprio ne visto ne sentito? a quando la signora Raia attaccherà anche lui per la sua mancata elezione? Non sarebbe il caso di tacere? Mocerino è più furbo?

  • Neanche ora la Raia ammette che il popolo non voleva LEI Giggino e Mocerino! Sempre colpa di terzi! Il simbolo PDL non aveva nessuna rilevanza erano le persone che lo rappresentavano , il loro modo di fare politica ad aver stancato e nauseato somma ed i suoi cittadini!

  • forza onorevole siete voi la vera somma che vogliamo in due mesi a somma c’e’ stata aria pulita e di cambiamento e questo grazie a voi e non certo a quelle persone come cesaro o russo che hanno poco a che fare con la buona politica mi raccomando sempre forza e coraggio noi siamo in tanti ci rifaremo presto..........

  • egregio On.le ha fatto di tutto per candidarsi non rispettando le regole della politica che vedono un sindaco uscente sempre ricandidato dal proprio partito,ed il rispetto politico di chi in tandem con lei (Ermanno russo cugino dell’ On.le Paolo )alle regionali ha contribuito a farle prendere voticredo che la sua sconfitta sia addebitabile alla sua mancanza di propositività, alla sua lontananza dal territorio e dai cittadini e da anche una profonda arroganza. anzichè polemizzare faccia una profonda riflessione ed un bagno di umiltà perchè la sconfitta alle amministrative potrebbe segnare l’inizio della sua non rielezione al consiglio regionale. UN SORRISO

  • ma non ti VERGOGNI a scrivere queste cose
    il popolo sommese ancora una volta al duo FASANO vi ha mortificato di brutto

  • E’ Vergognoso !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    L’on. P. Raia nemmeno di fronte all’evidenza mostra un poco di umiltà e buon senso (qualità che dovrebbero appartenere ad un politico).
    Dovrebbe vergognarsi ed ammettere il clamoroso errore che ha fatto.
    Ha scippato il simbolo PDL al dott. Allocca con mezzi non leali (per usare un eufemismo) credendo di poter vincere solo perché, forte di quello stesso simbolo, avrebbe raccolto (secondo lei) in quello stesso terreno in cui aveva seminato bene il dott. Allocca.
    Le conviene stare zitta (o meglio al fratello conviene non scriverle niente piu’) perchè altrimenti chi conosce nel dettaglio i fatti poterebbe aprire una polemica che le farebbe fare una figura peggiore di quella già fatta.
    Ora le converrebbe mettere un poco le cose a tacere, altrimenti qualcuno (che ripeto conosce bene i fatti - come ha avuto il simbolo e come ha ottenuto tanti consensi) potrebbe stancarsi e rivelare delle cose che la finirebbero politicamente.
    E bastaaaaaaaaaaa rassegnati i cittadini liberi hanno scelto
    hai perso!!!!!!!!!!!!!!!!
    Ti aspettiamo in consiglio!.

  • Buonasera,
    Potrei anche essere d’accordo con quello che dice onorevole, ma si ricordi
    che prima degli onorevoli nominati da lei nella sua famiglia ci sono stati
    dei cambiamenti di divisa che sono rimasti nella storia.
    Conviene menzionarli tutti oppure facciamo finta di niente?

  • Complimenti Sig.ra Raia, continui a rappresentarci e cerchi di contrastare il clientelismo e la illegalità di questa vergognosa maggioranza. Lei porta con se in Consiglio tutti professionisti e persone oneste e stimabili che la sosterranno ed aiuteranno in questa opposizione utile alle tante persone perbene che l’hanno sostenuta. Ancora complimenti e grazie di rappresentarci

  • Onorevole ma lei è uscita in campagna elettorale dicendo di portare aria nuova e cambiamento: MOCERINO E RAIA PSEUDO POLITICI DA CIRCA 50 ANNI. MA CHE CORAGGIO CHE HAI AVUTO. ANTONIO

  • Paola dimostra di valere nelle assemblee di nominati , quelle riunioni un po’ massoniche che portano le nostre storie in terre straniere, ma di non contare nella sua città, che ha insultato impetuosamente con falsi sorrisi e bufere annunciate (di aria pulita). Ha trionfato il buon senso, il vivere civile, al di là di ogni meschina e sciagurata previsione politica. Allocca vince per demenza e perfidia degli avversari (o nemici?) mentre Russo e Cesaro, coerentemente alla cronistoria degli ultimi sette anni, ne escono gloriosi. La loro colpa, si evince dal comunicato, è di aver supportato il candidato sindaco vincente. Conviene, quindi, lasciare l’odio che certo va contro il tuo stesso partito , Paola, ( avevi tutto: presidente caldoro, presidente del consiglio Romano, consiglieri scalzi, beneduce, mocerino, assessore martusciello, onorevole santanchè e una tua reputazione da ventimila voti) e scendi davvero tra la gente, dimostra ora da consigliera regionale, ora da consigliera d’opposizione di amare Somma, di conoscerla soprattutto.

  • Cara Francesca, Quanto è SQUALLIDA!
    In poche righe ha lanciato una quantità incredibile di accuse, campate in aria, e minacce, che non spiega.
    Siccome lei sicuramente è una persona perbene si faccia intervistare dalla dott.ssa Bellini e racconti tutto quello che sa sul simbolo e sui voti, così lo sapranno tutti i cittadini di Somma. Altrimenti TACCIA. Io credo, invece, che lei sia la solita persona da 4 soldi, che ha raggiunto pochi traguardi nella vita, che vive nell’invidia degli altri ed in questo periodo nell’invidia dell’on. Raia. Sulla ricandidatura di Allocca poi, abbi la pazienza di aspettare, il tempo, come sempre, dirà se aveva ragione il partito a non ricandidarlo o lei. Abbi anche il dovuto rispetto per le migliaia di cittadini che hanno prima mandato al ballottaggio la Raia contro ogni previsione e poi gli hanno tributato circa 7000 voti.
    Mario

  • Sui marciapiedi e nei capannelli di Somma Vesuviana si racconta in questi giorni della pulizia ed onestà della campagna elettorale dell’on. Raia, tutta svoltasi in strada e nelle case alla luce del sole, ed anche della raccolta voti di Allocca tutta svoltasi al chiuso di ingenti promesse nelle stanze comunali.
    Capisco che da fastidio che l’on. Raia rimanga in campo come consigliere comunale per preparare la sua prossima candidatura a sindaco e che in 6 mesi ne vedremo delle belle (solo aprendo una fabbrica da 2.000 posti di lavoro ci sarebbe soddisfazione di tutte le promesse) ma accusare gli altri per allontanare il sospetto da se stessi è da cretini prima che inutile.
    Lara

  • caro mario, quanti commenti squallidi di persone altrettanto squallide abbiamo collezionato in questa campagna elettorale... a me spiace che a qualcuno piaccia insultare la parte avversa, ma non me ne meraviglio dato l’odio, l’invidia disseminata, per vostra scelta, nelle ultime settimane, non verità ma sterili accuse e malvagi pettegolezzi che hanno consolidato il consenso del Sindaco. quanto alla vostra trasparenza, sarei più cauto a farmene un vanto...

  • Caro commento del 14 giugno 16,04 ALMENO FIRMATI!
    Comunque dici una cosa giusta ma la attribuisci alle persone sbagliate. Fai come le prostitute che accusano tutte le donne di prostituirsi così da sentirsi più pulite. L’on. Raia ha subito tanti insulti, cattiverie e diffamazioni provenienti dalla parte dei supporters di Allocca e dallo stesso candidato Sindaco, da dover procedere per vie legali querelando decine di commenti apparsi sui giornali online e una dichiarazione pubblica di Allocca. L’odio per la candidata da parte di alcuni candidati di Allocca rimarrà nella storia delle elezioni sommesi, come rimarranno nella storia la vostra invidia, i vostri pettegolezzi da donnicciole, il vostro mestare nel torbido, la vostra scarsa trasparenza. Questo è quanto si sa e si racconta. La Raia e la sua famiglia della propria trasparenza ne hanno sempre fatto un vanto e in 40 anni di politica attiva ancora nessuno è riuscito a smentirli. Se Lei sa qualcosa che noi non sappiamo sii trasparente, faccia come l’on. Raia e si rivolga alle autorità denunciando tutto quello che vuole e poi lo vada a dichiarare in tribunale. Ma scommetto che come tutti i vigliacchi che insinuano, sono invidiosi, malvagi e principalmente dei falliti, non lo farà. Al massimo scriverà un altro commento anonimo al quale ci faremo tutti una risata.
    Agostino Cimmino

  • Di commenti squallidissimi dei sostenitori di Allocca contro Paola Raia in questo sito ne potete trovare a bizzeffe. Quelli che scrivono a vanvera solo per insultare e distorcere la realtà sono pregati di dirci dove possiamo leggere commenti dei sostenitori della Raia che non abbiano educazione e rispetto per il prossimo. Per quanto riguarda la trasparenza e l’onestà qualcuno mi spieghi con i fatti o stia zitto perchè quella della Raia non è in discussione, quella della famiglia Allocca e della giunta passata si discute in tribunale tra pochi giorni e vedremo il risultato.
    Grazie
    Paola Esposito

  • Dice un vecchio proverbio:
    o ciucc rice vicin o puork, mantnimc pulit......
    E quello che tentano di fare i seguaci di Allocca e l’avv. Piccolo che dopo aver sporcato la campagna elettorale, con infamie, bugie, pettegolezzi privi di fondamento e tanto altro, ora cercano di dare la colpa anche ai Raia che invece sono stati dei gran signori ed hanno condotto la loro campagna elettorale con serietà e serenità.
    Tina

  • Non sa più’ con chi prendersela ma il dato di fatto e’ questo: se l’onorevole Paola Raia si fosse svestita della sua presunzione e manie di protagonismo e avesse appoggiato l’Avvocato Pasquale Piccolo che ha spontaneamente sostenuto e poi tradito candidandosi , oggi Re Ferdinando starebbe a casa. Pasquale Piccolo sarebbe stata un’ottima sintesi della destra sommese e l’unico ad essere sostenuto ad un ipotetico ballottaggio anche dalla sinistra visto che la sua campagna elettorale si è’ distinta per trasparenza e serietà. Nessuna caduta di stile, nessun azione ne parola denigratoria ma solo verità politiche che mai hanno intaccato la persona. Una campagna fatta di un programma presentato nel Novembre del 2012 , un programma fattivo e concreto che tanto si avvicinava a quello dei competitor di sinistra perché come dice l’Avvocato "quando le idee sono buone non hanno colore". I Raia ed i Mocerino anche nella fase del ballottaggio hanno dimostrato ancora una volta il loro essere accentratori proponendo al Piccolo accordi sottobanco , basati sulla fiducia che loro hanno tradito, rifiutando di sposare IDEE E PUNTI PROGRAMMATICI. Del programma dell’Aurora. Si sono venduti assessori e vicesindaco offendendo chi si è distinto per coerenza dal primo momento. A ciò Pasquale Piccolo ha lasciato con una dichiarazione Pubblica , libero il suo elettorato pur comunicando tecnicamente come stavano le cose. L’Aurora nasce come un’associazione prima di essere un movimento politico, mira e crescere e sta crescendo e si dissocia indistintamente dalla cattiva politica. Farà un’ ottima opposizione di contrasto se necessaria ma soprattutto di CONTROLLO. E non entrerà a far parte della maggioranza come qualche malpensante sostiene in giro. Piccolo darà voce alle 3400 persone che hanno creduto e avuto fiducia in lui. La coalizione Raia ha sbagliato dall’inizio ed ha perseverato quindi chi ha sbagliato abbi il coraggio e la mAturita’ di assumersene la responsabilità’. Perché non è’ stato il simbolo del PDL a fallire, non è’ stata colpa dei vertici che avrebbero fatto campagna elettorale per il Sindaco Allocca visto che sono venuti a sostenere L’onorevole Raia, non è stata colpa di chi non è andato a votare ma di una scelta politica fatta da Raia e Mocerino perdente già dalla nascita.
    Carmine( elettore e sostenitore dell’Aurora)
    ps: scusate gli errori Il computer non li corregge

  • E’ vero l’avv. Piccolo ha fatto una grande campagna elettorale durata 2 anni.
    Questo gli ha permesso di non arrivare ultimo ma penultimo, raggiungendo un brillante risultato che fa ben sperare per il futuro.
    Un futuro costellato di successi come quelli del suo presente e del suo passato.
    In tantissimi, in particolare i candidati dell’Aurora e di Polis, lo abbiamo apprezzato e rispettato (per la coerenza)quando durante il ballottaggio, dissociandosi dalla cattiva politica e chiedendo il rispetto di IDEE e PROGRAMMI, chiedeva a gran voce di votare il Sindaco Allocca. Egli ha rifiutato sdegnato tutte le offerte ben sapendo che in caso di ballottaggio vince lui. E così aspetterà coerentemente tra 5 anni con la speranza finalmente di primeggiare, di non essere nel mucchio, di arrivare almeno Ultimo.
    Rosa del Deserto

  • Carmine guarda in alto...il ciuccio sta volando.....
    Ancora con queste analisi campate in aria!
    L’avv. Piccolo ha raccolto circa il 15% degli elettori sommesi con una campagna elettorale di cambiamento dal sindaco Allocca.
    Solo questi elettori ritenevano che dovesse essere sindaco della città.
    Dopo il suo comportamento al ballottaggio dove, senza vergogna, ha appoggiato proprio Allocca che voleva mandare a casa credo che la sua esperienza politica sia definitivamente conclusa.
    Un EX candidato/a dell’Aurora.

  • caldoro, romano, scalzi, beneduce, mocerino, raia, martusciello,santanchè, un bastimento made in pdl decisamente sfarzoso, che approda a somma con tante premesse gloriose e salpa tristemente tra l’indifferenza di migliaia di cittadini. ad attenderlo al porto, però, una rappresentanza esigua ma illustre di paladini del pdl:
    carmine di sarno, quel novello giustiziere un po’ finiano, presidente del consiglio in carica (sebbene ancora per pochi giorni), che ha tradito platealmente durante l’ultimo consiglio comunale (ringrazia Sindaco, collaboratori e abbandona l’aula);
    Nunzio Iorio,(ex) consigliere comunale di maggioranza ...?? (non ha dato possibilità di farsi conoscere politicamente);
    Alfonso Allocca, un (ex) consigliere operativo che puntualmente declamava l’ impegno profuso dal sindaco e dalla sua maggioranza, l’ostruzionismo di un opposizione, nel quale figurava un attuale alleato uddiccino, attenta ad oscurare le cose buone fatte (da leggere i verbali consiliari);
    lello d’avino, un assessore di pregio che d’improvviso si accorge di essere un sottomesso ("allocca non è un buon padre di famiglia") e si dimette.
    Rizziero Esposito ex candidato alle provinciali (in pubblico preferì non esibirsi), (ex) consigliere comunale di maggioranza/opposizione(quali interventi, quali proposte? ah sì, solo uno schiaffo al sindaco);
    gli insigni naviganti, quindi, invitano i paladini a salire a bordo ed insieme naufragano nell’oceano...
    sulla terraferma, intanto si fa festa, e sbarcano anche russo e cesaro, due condottieri che intuirono che quella nave non era stata ben collaudata. la superstite paola, adesso tra la rabbia e l’infelicità di chi l’ha sostenuta fa appello a quel pdl che lei stessa, con il suo carico, ha soppresso.
    Fabrizio G.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.