Home > Politica > Botta e risposta tra sindaco e Udc, "Il sindaco da spese folli e sa (...)

Botta e risposta tra sindaco e Udc, "Il sindaco da spese folli e sa soltanto offendere"

lunedì 1 luglio 2013, di La redazione

"Permettetemi una considerazione. Il dott.Paolo Esposito,consigliere comunale dal 1985,assessore,vice-sindaco ecc.Oggi Capogruppo non ho capito bene di chi in Consiglio Comunale,ha dichiarato che è disposto a mettersi insieme con chiunque e con tutti per cacciarmi da Sindaco...sto tremando...!" Un post lanciato dal sindaco di Sant’Anastasia Carmine Esposito sulla sua pagina di Facebook non poteva passare inosservata. A replicare alle accuse è direttamente Paolo Esposito, capogruppo consiliare dell’Udc, e con lui l’intera segreteria che firma un documento. "In relazione", esordisce la sezione nel documento, "ad una considerazione del sindaco Carmine Esposito su Facebook dove afferma (come suo solito provando invano a seminare zizzania ) di non sapere di chi è capo gruppo consiliare Paolo Esposito in consiglio comunale, la Sezione dell’UDC di Sant’ Anastasia ritiene che il primo cittadino sia molto distratto durante i consigli, in quanto l’UDC è degnamente ed in modo compatto rappresentato dallo stesso Paolo Esposito e da Giorgio De Filippo, per cui è inopportuno fare sciocche allusioni, semmai sarebbe più legittimo che il Sindaco si occupasse dei problemi del paese e dei cittadini che vivono un
momento economico-occupazionale molto critico. Sono tre anni che questa amministrazione sta organizzando solo feste e festicciole con una gestione allegra delle finanze pubbliche, per esempio solo
per la farsa della presentazione del bilancio in pubblico si è sperperata la non modica cifra di 10.250 € e tutto perché il Sindaco deve farsi pubblicità con soldi non suoi, ma dell’intera collettività in un momento critico per i cittadini e specialmente per gli indigenti di Sant’ Anastasia che non hanno
nessuna risorsa pubblica". Ma i moderati puntano il dito anche su un altro punto: l’uso eccessivo dell’auto blu. "Altro spreco perpetrato dal Primo Cittadino e dalla sua combriccola è l’uso
indiscriminato dell’auto blu", aggiungono i componenti della sezione Udc, "che dovrebbe servire solo per i compiti istituzionali e che invece sembra essere diventata un autobus al servizio dì Sindaco e consiglieri comunali a qualsiasi ora e giorno e della notte, compreso i festivi. Per non parlare dei volantini e dei manifesti celebrativi comprensivi di foto . Siamo all’apoteosi. Tutto questo nonostante molti ministri della Repubblica come è noto, abbiano deciso di rinunciare al beneficio dell’auto di servizio per rispetto verso i
cittadini e in considerazione del grave momento economico che attraversa il nostro Paese".

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.