Home > Cronaca > POMIGLIANO D’ARCO - Crisi alla ‘Tiberina’, operai minacciano di darsi (...)

POMIGLIANO D’ARCO - Crisi alla ‘Tiberina’, operai minacciano di darsi fuoco.

martedì 9 luglio 2013, di La redazione

E’ ormai da ieri, che le tute blu dell’azienda di Pomigliano, che produce componenti per la Fiat, chiedono prospettive lavorative sicure. Fiom e vertici aziendali al lavoro per una soluzione.

Ore di tensione nello stabilimento di Pomigliano d’arco che si occupa di automazione e robotica, di apparecchiature e componenti per il partner Fiat. La protesta vede in queste ore quattro tute blu trincerate sul tetto dell’azienda, accanto a loro una latta di benzina e la minaccia di darsi fuoco. Il loro stato occupazionale li ha portati da ieri sera alla protesta contro la mancata rotazione tra i lavoratori in cassa integrazione a zero ore, azione attuata sin dallo scorso dicembre. Cosi gli operai, insieme ad altri colleghi, hanno trascorso la notte nella sede dell’azienda, chi sul tetto, da prima minacciando di lanciarsi nel vuoto, poi la minaccia è passata a quella di darsi alle fiamme, mentre altri compagni di lavoro hanno accompagnato la protesta sostando nei locali mensa. Gli stabilimenti di Pomigliano D’Arco, un tempo più di oggi, raccoglievano i tanti di operai che nella cittadina occupavano posti di lavoro nelle numerose fabbriche, poste nella zona industriale della città. In tutto la “Tiberina” impiega 91 persone, quasi la metà di queste dallo scorso dicembre a zero ore . Intanto, in questi momenti i sindacalisti della Fiom, stanno elaborando un incontro con i vertici aziendali che possa offrire una soluzione alle tute blu decise nella protesta.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.