Home > Politica > Agenzia area nolana: al via nuovo assetto organizzativo. Nasce il Cociv, (...)

Agenzia area nolana: al via nuovo assetto organizzativo. Nasce il Cociv, comitato di indirizzo, controllo e vigilanza composto da 5 sindaci.

martedì 9 luglio 2013, di La redazione


CAMPOSANO. Agenzia area nolana: i sindaci danno un taglio ai costi di gestione e assumono un ruolo di primo piano all’interno della società di cui sono azioniste 18 amministrazioni comunali del territorio.

Nel corso dell’assemblea dei soci, che si è tenuta ieri sera, i primi cittadini hanno votato all’unanimità (presente l’82,94 per cento degli azionisti), la costituzione del Cociv, comitato di controllo, indirizzo e vigilanza, che sarà composto da 5 sindaci e che avrà poteri diretti nell’indicazione delle strategie di sviluppo del territorio.

A farne parte, su mandato dei colleghi, saranno il sindaco di Nola Geremia Biancardi, di Palma Campania Vincenzo Carbone, di Saviano Carmine Sommese, di Mariglianella Felice Di Maiolo e di Liveri Raffaele Coppola. Nominati anche i sostituti che sono il sindaco di Marigliano Antonio Sodano, di Cicciano Raffaele Arvonio, di Camposano Giuseppe Barbati, di Cimitile Nunzio Provvisiero, di Comiziano Paolino Napolitano.

Con l’incontro di ieri è stato dato un nuovo assetto anche alla governance dell’Agenzia che manda in pensione il consiglio di amministrazione costituito da 3 rappresentanti e si affida ad un amministratore unico. Per quest’ultimo ruolo è stato confermato l’attuale presidente del Cda Biagio Ciccone.

Le scelte attuate ieri dai sindaci del Nolano danno esecuzione pratica al nuovo Statuto varato a maggio per rispondere alla necessità di alleggerire i costi della struttura, di adeguarsi alle nuove indicazioni della legge in fatto di partecipate e soprattutto di creare un modello di governo del territorio più snello, efficace ed efficiente.

“Ci impegneremo direttamente, e coinvolgendo sempre tutti i soci dell’Agenzia, per favorire lo sviluppo complessivo della nostra area, baricentrica rispetto all’intero territorio regionale e ricca di potenzialità da valorizzare in maniera coordinata ed integrata per meglio rispondere – dichiarano i sindaci del Cociv – alle nuove sfide che il mercato ci impone.

Se ne avvantaggeranno i nostri cittadini alle cui esigenze guardiamo con attenzione ed impegno. Intanto abbiamo già raggiunto un importante risultato che si inserisce nella politica di razionalizzazione e revisione della spesa già avviata da due anni a questa parte: il passaggio dal Cda all’amministratore unico comporterà, infatti, un risparmio netto del 60 per cento mentre, ovviamente, per le attività del Cociv non sono previsti oneri economici”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.