Home > Cronaca > Napoli. 25enne ucciso dal suocero, l’uomo si costituisce ai carabinieri

Napoli. 25enne ucciso dal suocero, l’uomo si costituisce ai carabinieri

domenica 14 luglio 2013, di Ida Genco


Una lite sfociata in tragedia nella tarda serata di ieri ad Acerra. Quando un uomo, 46 anni, ha sparato più volte al fidanzato della figlia (V. D. S. 25 anni, incensurato). Poi ha rimesso il corpo del giovane in una Fiat Panda (che non apparterrebbe alla vittima) e l’ha abbandonato su Corso Lucci (all’altezza del civico 65) a Napoli. Qui è stato ritrovato in mattinata dai carabinieri. Nel frattempo l’uomo si era costituito presso la caserma dell’Arma a San Gennaro Vesuviano. Al momento il suocero non ha ancora raccontato cosa abbia scatenato la lite, lui era contrario alla relazione che il giovane aveva con la figlia, una ragazza di 19 anni, e aveva cercato di convincerlo a rinunciare a questa storia. Non si capisce ancora chi avesse portato la pistola, il killer racconta che apparteneva alla vittima, che proprio questa l’abbia estratta e che nella colluttazione siano partiti i colpi fatali al giovane. Dopo aver lasciato il corpo l’uomo si è presentato alla caserma dei carabinieri di San Gennaro Vesuviano per costituirsi. Al momento è nella caserma della Compagnia di Nola ( i cui militari si occupano di condurre le indagini) ed è sottoposto ad interrogatorio.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.