Home > Politica > Sant’Anastasia - L’Udc: “Carmine Capuano, esca da questa ambiguità” e Gammella (...)

Sant’Anastasia - L’Udc: “Carmine Capuano, esca da questa ambiguità” e Gammella (Psi) attacca il Pd

martedì 16 luglio 2013, di Maria Beneduce

“Non si possono giustificare - dicono dall’Udc - con il solito ritornello, lo facciamo per il bene di Sant’Anastasia, e votiamo il bilancio semplicemente celando - spiegano unanimi i centristi – un cambiamo casacca”. A siglare quello che nei giorno scorsi per il Pd, ed ora per Udc “è un tradimento”, sono stati i consiglieri Capuano, Gammella, Casagrande e Di Marzo i quali, eletti in schieramenti che si contrapponevano al Sindaco Esposito, con programmi e ideologie alternativi, oggi affermano che per il bene del paese votano il bilancio. Recenti le dichiarazioni dell’ex componente del Pd, oggi indipendente del civico consesso anastasiano, Franco Casagrande, che ha motivato le ragioni della sua scelta affermando: “mi sono reso conto che la mia idea di città converge con quella di Esposito”. Scelte che, nonostante le motivazioni apposte dopo il voto, sono ‘condannate’ da chi nei banchi di minoranza di Palazzo, ci siede con convinzione. “A nostro avviso – dice la sezione Udc, Sant’Anastasia - ciò avviene esclusivamente per dare un segnale al primo cittadino della loro ‘sudditanza’, collocandosi nell’attuale maggioranza, e chi sa per quali più o meno oscuri motivi”. A motivare la sua dichiarazione di voto, anche il consigliere Giacomo Gammella (Psi), rivolgendosi soprattutto al Pd che nei giorni scorsi aveva definito “vergognoso” il suo voto a favore perché, secondo i dirigenti del partito, avrebbe tradito “il mandato elettorale”. “Il partito democratico vive un momento di solitudine”, commenta Giacomo Gammella, “Nessuno avrebbe mai immaginato che il sindaco Carmine Esposito di scuola squisitamente socialista, avrebbe in così poco tempo ridicolizzato un partito che per definizione avrebbe dovuto dettare l’agenda politica dell’opposizione. Il Pd è finito. Il suo gruppo dirigente vecchio è figlio di rancori, gelosie e vendette mai sopite. Noi Socialisti, dopo attente riflessioni, abbiamo deciso unitariamente di dare più forza morale e tecnica ad un Sindaco che tra mille difficoltà sta cercando di dare un volto nuovo al Paese”. Parole che il consigliere ribadirà in un manifesto che sarà pubblicato in queste ore in città. Intanto è proprio ai socialisti che l’Udc chiede “di uscire dall’ambiguità”, puntando il dito verso Carmine Capuano, candidato a Sindaco nelle ultime elezioni, sostenuto in modo determinante dall’UDC, e che fino al mese scorso negli incontri avuti con la dirigenza dell’UDC, “si diceva -disposto a mandare a casa questo Sindaco - per le sue incongruenze, ed ora invece ha votato a favore del bilancio. Esca da questa ambiguità! Dica con chiarezza se fa parte o meno di questa maggioranza non trincerandosi più dietro il preteso ‘bene del paese’”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.