Home > Cronaca > Pomigliano D’Arco – Solidarietà dalle Rsa sindacali Fim, Uilm, Fismic e (...)

Pomigliano D’Arco – Solidarietà dalle Rsa sindacali Fim, Uilm, Fismic e Ugl.

giovedì 18 luglio 2013, di Maria Beneduce


Braccia incrociate per due ore nello stabilimento dove si è consumata la tragedia della morte di Vincenzo Esposito Mocerino, come gesto di solidarietà indetto dai sindacati. La rappresentanza di Fim, Uilm, Fismic e Ugl esprimono in una nota "piena vicinanza e solidarietà ai familiari del lavoratore della De Vizia, azienda dedita alla raccolta rifiuti - e chiede – con urgenza un incontro con la direzione aziendale per chiarire subito le dinamiche non ancora accertate”. Tutte le sigle sindacali in segno di solidarietà hanno stabilito per questo pomeriggio uno sciopero delle tute blu, che dalle 15 alle 17 hanno incrociato le braccia per la morte dell’operaio. Le Rsa di Fim, Uilm, Fismic e Ugl, chiedono inoltre, che siano chiarite, nel più breve tempo possibile, le cause che hanno portato alla morte del lavoratore della ditta di pulizie. Giuseppe Terracciano, a nome de La Fim Cisl di Napoli, “esprime vicinanza e partecipa al lutto della Famiglia di Esposito Mocerino Vincenzo, dipendente della ditta De Vizia per il dramma che ha colpito la loro famiglia, che ha causato la morte del lavoratore. Sono in corso accertamenti da parte delle forze dell’ordine e della magistratura per individuare le cause che ne hanno determinato la morte. Come Fim di Napoli, riteniamo inaccettabili tali incidenti e siamo impegnati come sindacato unitariamente ad un monitoraggio costante, affinché nel futuro non si ripetano tali tragedie”. Il dramma avvenuto nel cuore della Fiat di Pomigliano,rinnova il compito dei sindacati, ed invita al rilancio della sicurezza sul lavoro. A farlo è Salvatore Velardi, responsabile Cgil Pomiglianese, che la morte del dipendente della Ditta di pulizie "Delizia" (operante nello stabilimento Fiat di Pomigliano),” propone ad ognuno di noi la grande responsabilità sociale che bisogna sempre ricoprire, in ogni momento e senza esitazione, nei confronti di tutti coloro che per vivere rischiano ogni giorno la vita. Non bisogna mai abbassare la guardia. Il rischio è sempre presente. Dobbiamo sempre e comunque adoperarci per eliminare o, quanto meno ridurre, i fattori di rischio. E bisogna sempre mettere in condizione, in qualsiasi momento ed in qualsiasi luogo di lavoro, i delegati alla sicurezza (eletti dai lavoratori) di svolgere i propri compiti. La Cgil di Pomigliano, nell’esprimere alla famiglia, così duramente colpita, la propria vicinanza e le più sentite condoglianze non può non richiamare la responsabilità di ognuno per rilanciare ovunque il tema della sicurezza come priorità assoluta. Le Autorità competenti svolgano le doverose indagini al fine di accertare la cause di tale ennesima sciagura”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.