Home > Politica > Il centrosinistra: "Non votiamo il Bilancio, mandiamo a casa il sindaco (...)

Il centrosinistra: "Non votiamo il Bilancio, mandiamo a casa il sindaco Pone"

martedì 1 aprile 2008


SANT’ANASTASIA – Tra pochi giorni sarà in discussione nel consiglio comunale il Bilancio, se l’importante documento programmatico non sarà approvato, l’esecutivo di centrodestra sarà sciolto e si tornerà alle urne. Motivo che spinge i partiti del centrosinistra, Pd, Sinistra Arcobaleno, Partito socialista e Udeur a fare un preciso invito al voto contrario ai consiglieri che fino ad ora hanno permesso al sindaco Carmine Pone di governare pur non avendo la maggioranza in Consiglio. "A quasi un anno dalle elezioni amministrative ci si ritrova in una situazione ancor più difficile che in passato", spiegano gli esponenti dei quattro partiti in un documento, "Non crediamo che nel futuro il centrodestra possa realizzare piani concreti di sviluppo e di crescita. La loro proposta è debole e la giunta, come generalmente riconosciuto, è di basso profilo ed inefficiente. Alla luce di queste osservazioni è chiaro quanto sia importante cogliere l’occasione della discussione del Bilancio, nel prossimo consiglio comunale, per rilanciare il centro­sinistra e votare compatti contro la sua approvazione, in modo da porre fine ad un esecutivo che non ha dato e non potrà dare risposte ai cittadini. L’invito è diretto, anche e soprattutto, ai consiglieri eletti nel centrosinistra, a portarli nell’assise cittadina sono stati i voti di persone che hanno una visione politica totalmente opposta a quella della giunta attualmente in carica, non possono continuare a tradire il mandato che gli è stato conferito dai cittadini". Ed infine un appello anche all’assessore Luigi De Simone. "Il sindaco ha dichiarato che non ha un legame feticistico con la poltrona", continuano, " Non sappiamo se è vero, di sicuro questa riflessione non vale per l’assessore alla cittadella mariana, il quale dopo essere stato pubblicamente smentito dai Padri domenicani sulle iniziative realizzate ed essere inviso ormai oltre che ai Padri stessi anche alle associazioni locali e agli operatori commerciali, non ha avuto neanche la dignità di rimettere il mandato rassegnando le dimissioni. Il centrosinistra , compatto nella sua azione, punta a tornare entro breve alla guida di un paese deluso ma non rassegnato".

Messaggi

  • Ma il bilancio non doveva essere partecipato? Noi, La Destra, chiediamo che il bilancio sia votato soltanto dalle forze che furono elette con il Sindaco Pone. Non desideriamo il si dei Consiglieri eletti con il Centro Sinistra (Di Marzo e De Filippo)ed a maggior ragione respingiamo il voto favorevole del Presidente del Consiglio.
    ing. Mario Merone Presidente di "La Destra"

  • Auguriamoci,che finalmente si mette fine a questa farsa del centrodestra.
    E’passato circa un’anno dall’insediamento del Sindaco Pone,ma come si vede in città tutto è come prima,i tanti cambiamenti che Sant’Anastasia si attendeva sono rimasti solo parole di campagna elettorale.
    Pertanto invito,i Consiglieri dissidenti,ha non continuare a tradire il mandato che gli elettori del centrosinistra hanno affidato,facciamo tutto ciò, per dare a Snt’Anastasia un governo stabile,per dare finalmente un futuro di sviluppo degno di questa parola.

    Franco Casagrande

  • Ma scusate... lo stesso identic articolo è pubblicato anche qui:
    http://lnx.ilcittadino.tv/index.php?option=com_content&task=view&id=28&Itemid=1

    mi chiedo, a questo punto, se l’autore è lo stesso o chi ha copiato chi....

    • Caro lettore, nessuno ha copiato nessuno. Le spiego meglio, l’articolo in questione è un comunicato stampa, che nella fattispecie è stato scritto da me (su commissione dei partiti del centrosinistra anastasiano) ed inviato ad una serie di colleghi di altre testate che sono stati così cortesi da pubblicarlo così come glielo avevo inviato. Non vedo perchè si stupisce, ha mai sentito parlare di uffici stampa? La cooperativa della quale faccio parte (la Mgc communication) fornisce anche questo genere di servizi.
      Spero così di aver soddisfatto la sua pressante curiosità.

  • SPERIAMO BENE,E CHE QUALCUNO SI RICORDA CHE I VOTI SONO STATI DATI DA ELETTORI DEL CENTROSINISTRA.

  • PERCHE QUESTO ACCANIMENTO TERAPEUTICO VERSO LA GIUNTA PONE, I PARTITI DEL CENTRO SINISTRA NON LO ADOTTANO VERSO IL GOVERNATORE DELLA CAMPANIA BASSOLINO IL QUALE HA DISTRUTTO L’IMMAGINE DI UNA CITTA’ CON LO SCANDALO DEI RIFIUTI, LO SCANDALO DELLA DIOSSINA ECT...
    UNA REGIONE QUELLA CAMPANIA STA VIVENDO UN PERIODO PEGGIORE DI QUELLO DI TANGENTOPOLI E PENSARE CHE AL GOVERNO DELLA REGIONE CI SONO I DS ATTUALI PD

    • Gentile Signor Casagrande, ex Consigliere comunale, ha dimenticato di aver governato per gl ultimi dodici anni con la Giunta Iervolino? Noi, La Destra, siamo sempre disponibili e pronti a ricordarglielo anche se costruttivamente critichiamo la Giunta Pone perché desideriamo soltanto che venga posto in essere quello che fu promesso alla Cittadinanza nell’ultima tornata elettorale.
      Consideri che la Giunta Pone ha iniziato il suo mandato eseguendo direttive già predisposte dall’esercizio precedente che riporta anche la Sua firma in calce.
      Per riequilibrare l’esercizio la Giunta Pone ha tagliato i 10.000 euro per il Vostro gemellaggio con Betlemme di Arafat. Per lo sviluppo economico della nostra cittadina Voi, Cerntro-Sinistra (sic!) non avete mai stanziato neppure un centino in bilancio. Avete fatto solo sprechi e clientelismo. Infatti si vede dalla gestione della Campania che avete soltanto causato uno zunami per tutti i Cittadini.
      Mi sorge il dubbio che Lei, come tutti i residenti del boschetto, conosca soltanto ed unicamente la realtà del suo luogo di domicilio.Comunque tenga conto, Lei che segue tutti i logo, che fra non molto all’ingresso del parco Braida sarà posta la targa del Grande Giorgio Almirante !
      In ultimo, gli appena dieci mesi della Giunta Pone non uguagliano il lungo decennio ereditato dalla catastrofica gestione del centro-sinistra, AMAV ad esempio.
      La Destra , il suo portavoce Mario Gifuni il Candidato al Collegio Campania1, Felice Manfellotto, i simpazzanti tutti ed il Presidente Ing. Mario Merone

    • Egreg.ing.Merone se in 10 mesi la giunta Pone ha deliberato solamente l’abrocazione dei deicimila euro,vuol dire per risolvere i veri problemi di Sant’Anastasia ci vorranno 20 anni per emettere altre 20 delibere.
      Pur troppo lei non mi conosce bene,non sa praticamente niente di me,sa solamente che abito al boschetto ma non è vero,perchè abito in un’altro posto.
      E poi le voglio ricordare che la realtà anastasiana la conosco perfettamente,anche se non sono di Sant’Anastasia,ma mi sento ANASTASIANO DENTRO AL CUORE PIU’DI TUTTI.
      E poi le voglio ricordare,non c’è accanimento contro la giunta del Sindaco Pone,se voglio le elezioni anticipate è per dare un governo stabile al nostro amato paese.
      Non come alcuni consiglieri che hanno creato una situazione del genere solo per motivi personali.

    • Dalla risposta ritengo che si tratti dell’intervento del signor Casagrande al quale mi rivolgo.
      Io so bene dove Lei abita. So bene che Lei abita alla via Romani al Parco Quadrifoglio che comunque orbita sul Parco Tortora Braida. Credo però, e ne sono certo, che Vico Guappi Lei non lo conosca così come ritengo che non sappia ubicare sul territorio di S.Anastasia via Piazza Nuova. Sa bene che la Giunta Pone non ha deliberato solamente l’abrogazione dei deicimila euro alla Palestina. Saprà, e se ancora non è a conoscenza glielo dico, che la Giunta Pone, tra i suoi primi interventi, ha ritirato i tanti cellulari e schede telefoniche che a spese della Cittadinanza la vecchia Giunta Iervolino ha profuso ai vari Amici.
      Sa bene che la sua Giunta non si è mai preoccupata di fare svolgere ai vari dipendenti corsi di aggiornamento e che comunque ha profuso a iosa lauti premi annuali per il raggiungimento di obiettivi.
      Quante cose Lei non sa o finge di ignorare. Noi,La Destra, quando vuole o desidera, siamo a Sua completa disposizione per mostrarLe non soltanto i vari quartieri della S.Anastasia che, ripeto, sono certo Lei non conosce, ma anche le tante nefandezze e sperperi della Consiliatura Iervolino.
      Noi, La Destra, invitiamo soltanto e sempre costruttivamente la Giunta Pone a porre in atto tutto quanto riportato nel programma elettorale. Noi, che abbiamo combattuto per l’elezione di Pone Sindaco, gli auspichiamo una Sindacatura di cinque anni ed anche oltre perché crediamo nelle promesse fatte in campagna elettorale.
      Se Lei ritiene che la Giunta Pone non abbia maggioranza stabile non ha che da prendersela con i Suoi consiglieri, (ripeto De Filippo, Di Marzo e Abete) che tuttora danno mano forte a Pone Sindaco. D’altra parte le elezioni politiche si avvicinano e vedrà quante altre cose belle Lei dovrà subire e sopportare con la sconfitta politica del Centro-sinistra. Oramai politicamente il Vostro tempo è finito! Nel lungo tempo che ancora Lei dovrà stare lontano dal Palazzo Siano si faccia delle belle passeggiate per i vecchi rioni di S.Anastasia, quelli che sono il cuore pulsante della nostra Cittadina. Scoprirà con delusione di essersi sempre sbagliato nel ritenersi ANASTASIANO DENTRO AL CUORE PIU’DI TUTTI.
      Infine pregherò l’Amico Alfonso Gifuni di richiedere al Sindaco Pone perché la via dov’è ubicata la sua abitazione possa chiamarsi VIA GIORGIO ALMIRANTE, considerato che il busto in bronzo di Almirante pare debba essere posto all’ingresso della Villa Braida, come ebbi a leggere in qualche altro logo.
      Non pensi più alle sue elezioni anticipate ed al governo stabile per il nostro amato paese. La prossima sconfitta politica del suo partito varierà definitivamente le maggioranze politiche anastasiane.
      Cordialmente La saluto.
      ing. Mario Merone Presidente di La Destra

    • non sono comunista e ne mi ritengo di destra però credo che in democrazia tutti devono essere rispettati. se c’è qualcuno, pur non essendo nato a sant’anastasia e che si sente anastasiano deve essere rispettato. anche io non sono di sant’anastasia e abito, quarda caso, nella zona boschetto ma comunque per mia natura tengo sempre al rispetto delle opinioni altrui, vede sig. Merone la sua "lezione" di geografia di sant’anastasia non porta certo alla risoluzione dei problemi che affliggono questo paese, non serve conoscere l’ubicazione di piazza nuova o via tal dei tali, serve conoscere, a chi amministra questa città, tutte le problematiche che l’affliggono e conseguentemente mettere in atto tutto quanto è possibile fare per la risoluzione o, per lo meno, tentare la risoluzione dei problemi che, a mio modesto parere, vengono così da lontano che sarà ben difficile per pone o chiunque altra amministrazione portare a risoluzione in tempi brevi. inoltre vorrei solo informarla che qualcuno della Giunta Passata e in tempi non remoti (2004-3005) ha organizzato dei corsi di aggiornamento per i dipendenti comunali, Tutti i dipendenti, nessuno escluso, anche i Vigili Urbani.
      con cordialità Mario

    • Caro ingnere Merone, la vera dialettica della contrapposizione tra partiti, non va fatta con inutili dispettucci del tipo dare il nome di Giorgio Almirante ad una strada di via Boschetto come ha Lei sottolineato poco sopra, spero vivamente che la sua sia solo una forzatura di concetto e non una vera posizione politico-personale. Si può essere di destra o di sinistra, io comunista e lei fascista, ma il paese e soprattutto i cittadini non meritano di subire le nostre inutili scaramucce, non più. Battiamoci per cambiare il paese con programmi seri, efficienti e credibili. Chi riuscirà in tutto questo, avrà ottenuto merito sul campo.

      Con cordialità la saluto,
      Gianluca Di Matola

    • Caro Gianluca, condivido pienamente il Suo pensiero. Con il Signor Casagrande, che finalmente ho conosciuto di persona Domenica mattina scorsa e soltanto dopo che avevo inviato il mio pensiero alla rivista, ho avuto un pour parler franco ed amichevole, come è necessario tra persone civili. Mi fa piacere riconoscere che al Boschetto vi abitano tante persone che debbo ritenere Amici, al di là delle proprie ideologie, anche se devo ammettere, amaramente, che nell’ultimo lungo decennio i pochi, che Vi hanno rappresentato nelle sale consiliari, hanno fatto di tutto perché foste tutti allontanati dagli anastasiani di vecchia generazione. Noi di Destra, come già facemmo con la Giunta centro sinistra del Dott.Iervolino ed il Sindaco può darne testimonianza, abbiamo dato la nostra disponibilità disinteressata anche alla Giunta dell’Avv.Pone perché l’unico nostro desiderio è di vedere risorgere S.Anastasia tutta, il vecchio centro e la zona Boschetto così come la Starza e Via Romani, Madonna dell’Arco e piazzetta S.Antonio.
      Noi, La Destra, desideriamo un paese civile e vivibile degno di poter entrare nella moderna Europa.
      Mi abbia cordialmente ing. Mario Merone, Presidente di "La Destra"

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.