Home > Attualità > Volla. "Per favore aiutateci", appello di due anziani per le condizioni di (...)

Volla. "Per favore aiutateci", appello di due anziani per le condizioni di degrado abitativo.

mercoledì 9 ottobre 2013, di Patrizia Panico


VOLLA. “Per favore riparateci il tetto ci piove ovunque”, è l’appello di Antonietta e Loris Caldoro, una coppia di pensionati di 74 e 75 anni con diverse patologie invalidanti. Il loro appartamento, all’ultimo piano di uno stabile della ex 219, da circa un anno è diventato un vero e proprio "colabrodo" a causa della forte umidità e delle infiltrazioni: in ogni stanza ci sono secchi per raccogliere l’acqua che cola dal soffitto e le pareti sono cosparse di muffa.

Loris da sabato mattina è ricoverato in ospedale, al reparto Pneumologia, Antonietta è rimasta a casa, quasi prigioniera: lei è semiparalizzata da un lato a seguito di un ictus.

La donna cammina aiutandosi con un deambulatore e lo stabile non ha neanche l’ascensore. La loro vicenda è da tempo all’attenzione dell’amministrazione comunale: lo scorso luglio sia il sindaco Angelo Guadagno sia la vice Simona Mauriello, hanno fatto un sopralluogo nella casa, e, qualche giorno dopo anche l’Ufficio tecnico del Comune. Riconoscendo la gravità dello stato della loro abitazione, come di molte altre, il sindaco ritenne di dover comunque intervenire quanto prima. Ma da luglio non si è saputo più nulla.

"Ci erano stati promessi lavori provvisori sul lastrico in attesa di un rifacimento totale, per tamponare la grave situazione della nostra casa - dice l’anziana- che non ha bisogno di parole, basta vederla per capire la gravità del nostro disagio. Ma più di un sopralluogo e tante parole non si è fatto".

Qualche mese fa in Consiglio Comunale la situazione di Loris e Antonietta fu oggetto di un’interrogazione da parte del consigliere dell’opposizione Andrea Viscovo: "Posi all’attenzione dell’amministrazione la situazione di degrado abitativo in cui vivono questi anziani: una casa del Comune piena di muffa alle pareti a causa delle infiltrazioni e in uno stato di abbandono che sta logorando l’intero stabile.

Il sindaco - spiega Viscovo -promise di risolvere il problema prima dell’inverno, per evitare che questa famiglia, come tutti i residenti di Via Alfieri, dovessero affrontare la stagione delle piogge con le stesse difficoltà. L’inverno è alle porte, le prime piogge sono arrivate e i secchi fanno ancora compagnia a questo anziano signore".

Il primo cittadino riconosce la necessità di un intervento ma deve essere strutturale e totale dei tetti delle abitazioni del Comune: "Un intervento tampone circoscritto sul solaio non solo non servirebbe a nulla ma sarebbe come voler prendere in giro quegli anziani che già vivono una situazione di disagio - ammette Guadagno - occorre un intervento strutturale generale sull’intero solaio e su tutti gli immobili - prosegue - per il quale abbiamo già previsto la voce in bilancio di previsione e approvato in Giunta lo scorso agosto". Si tratterebbe della somma di 200mila euro per gli interventi di manutenzione previsti per le scuole e gli immobili comunali.

Purtroppo c’è un “però”: "Non abbiamo ancora potuto ratificare il bilancio di previsione in consiglio comunale a causa dello stop da parte della Corte dei Conti - spiega il sindaco - poiché non conosciamo ancora l’ammontare dei finanziamenti che ci verranno erogati dallo Stato. Al momento - conclude - stiamo lavorando raschiando il fondo delle casse comunali ma non abbiamo dimenticato nessuno".

di Patrizia Panico de Il Mattino area sud - costiera

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.