Home > Attualità > Il fatto > ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2008:ECCO I RISULTATI

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2008:ECCO I RISULTATI

mercoledì 16 aprile 2008, di Mina Spadaro


POLLENA TROCCHIA. Francesco Pinto è il nuovo sindaco. Alle elezioni si era candidato presentando la lista civica Insieme Per Costruire, con la quale ha ottenuto 4.135 voti aggiudicandosi 13 seggi. La lista civica Con I Cittadini, presentata dal candidato sindaco Giovanni Busiello, ex vicesindaco, ha invece ottenuto 3.726 voti aggiudicandosi 6 seggi. Per la lista civica del terzo candidato sindaco, Giuseppe Castiello, infine, i voti sono stati 1.028 e 1 seggio aggiudicato. Pinto, dunque, risulta sindaco, dunque, con il 46,518% dei voti rispetto al 41,916% di Busiello e l’11,564% di Castiello.

CERCOLA. È ballottaggio tra Pasquale Tammaro e Riccardo Meandro. Tammaro, che si era candidato alle elezioni presentando due liste, Il Popolo Delle Libertà e la lista civica Progetto Cercola, ha ottenuto in totale 3.767 voti, vale a dire il 32,100%. Meandro, invece, ha ottenuto in totale 2.944 voti, cioè il 25,087%, anche lui con due liste: quella del Partito Democratico e quella Sinistra-Ambientalista-Cercola. Ben tre le liste presentate dal candidato sindaco Giuseppe D’Ambrosio: Cercola Città, Rinnovamento Per Cercola, Movimento Per L’autonomia Alleanza Per Il Sud, che in totale hanno ottenuto 1.979 voti, ovvero il 16,864%. Le due liste di Luigi Di Dato, Partito Socialista e Progetto Comune, hanno ottenuto un totale di 1.225 voti, pari al 10,438%. La Sinistra L’Arcobaleno, del candidato sindaco Eugenio Esposito, ha ottenuto il 6,655% con 781 voti. Sergio Scalzo, invece, con la lista civica Il Faro, ottiene 627 voti, il 5,342%. La lista UDC di Giovanni De Stefano ottiene il 2,530% con 297 voti. Zaccaria Miele, infine, raggiunge lo 0,979% con 115 voti.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.