Home > Politica > Cimitile. Via Imu, Tarsu invariata e slittamento 4’ rata al 31 gennario. Ok (...)

Cimitile. Via Imu, Tarsu invariata e slittamento 4’ rata al 31 gennario. Ok al bilancio.

lunedì 2 dicembre 2013, di Comunicato Stampa


L’amministrazione comunale chiude l’esercizio finanziario in attivo.
L’assemblea cittadina ha dato il via libera al bilancio di previsione che fa
registrare un avanzo di 306 mila euro. Ad illustrare al civico consesso il
documento contabile, è stato l’assessore alle Finanze del Comune di
Cimitile, Angelo Miele. “Nessun variazione alle tariffe per la Tarsu, nessun
salasso dunque per le famiglia di Cimitile - ha spiegato nel suo intervento
Miele. Altro risultato portato a casa per l’amministrazione guidata dal
sindaco Nunzio Provvisiero sarà lo slittamento della quarta rata Tarsu al 31
gennaio 2014. “L’approvazione di questo bilancio di previsione 2013 di
fatto coincide con un consuntivo. Va rilevato come nonostante le difficoltà
per i continui tagli relativi ai trasferimenti da parte dello Stato centrale
pari ad una riduzione di circa 200.000 euro, abbiamo deciso di lasciare
ancora in essere la vecchia Tarsu ( di cui sono state pagate già due rate),
in forza dell’opzione che ci veniva data. Una scelta decisa per evitare di
penalizzare i nostri cittadini che da sempre sono così diligenti da
realizzare una raccolta differenziata dalle importanti percentuali.
Inalterati sono anche i costi relativi ai servizi di trasporto scolastico e
mensa. Mi preme inoltre evidenziare la grande attenzione per i beni
culturali con l’acquisizione di un finanziamento di 2 milioni e 400 mila
euro per la riqualificazione della proprietà Forte (nei pressi delle
Basiliche) e la realizzazione di una piattaforma digitale finalizzata alla
promozione del complesso basilicale. La linea di finanziamento rientra nella
misura 1.9 ed ha visto il nostro progetto “La Magia della cultura, viaggi
tra l’archeologia e i sapori”, classificarsi terzo in graduatoria” ha
spiegato Angelo Miele. Tra i provvedimenti più significativi quello
proposto dall’assessore Severio Romano. La cancellazione del pagamento Imu
per i figli titolari di casa donata dal genitore che non superano il reddito
dei 35mila euro annui. Il comune garantirà inoltre la copertura del 46% del
servizio di refezione scolastica e del 40 % del trasporto alunni.
Nettamente positivo il giudizio del sindaco Nunzio Provvisiero: “Il nostro
Comune si conferma ancora una volta tra i più virtuosi ma questo non ferma
la nostra azione di contenimento della spesa e abolizione degli sprechi”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.