Home > Politica > Rifiuti, rientra l’emergenza a Nola

Terminato lo stato di agitazione degli operatori ecologici di Campania felix spa

Rifiuti, rientra l’emergenza a Nola

lunedì 19 maggio 2008


NOLA – Terminato lo stato di agitazione degli operatori ecologici di Campania felix spa. Da domani riprende la raccolta dei rifiuti. La soluzione durante un vertice tenutosi ieri mattina, presso la sede della multiutility a capitale pubblico, a cui hanno partecipato il sindaco di Nola, Felice Napolitano, l’assessore all’Ambiente Mario Manna, il presidente di Campania felix, Nicola Sticchi, il ragioniere generale del Comune, Daniele Cutolo, il segretario generale del Comune, Carmine Toppolo e i dirigenti Ranieri e Stefanile, oltre alle rappresentanze sindacali degli operai. I lavoratori hanno incrociato le braccia in seguito al mancato pagamento della mensilità di aprile. In soli due giorni la città di Nola, che grazie alla raccolta differenziata non aveva mai subito gravi emergenze, si era riempita di rifiuti. Alla base della contesa l’impossibilità da parte della società di pagare gli stipendi a causa del mancato pagamento del canone da parte dei comuni soci della spa pubblica, tra cui il comune di Nola. Il mancato pagamento del canone, però era la risultanza di un sequestro alla fonte operato da Equitalia nei confronti di Campania felix per oneri non versati allo Stato. Attraverso l’intervento del sindaco, il Comune di Nola, verserà direttamente ad Equitalia la cifra dovuta ed effettuerà un’anticipazione di canone alla società Campania felix, consentendole di riprendere i pagamenti. Grazie a questa intesa, già oggi, la raccolta dei rifiuti è ripresa secondo il calendario predefinito della raccolta differenziata, consentendo alla città di uscire dall’emergenza. “Non potevamo – ha dichiarato il sindaco – consentire che la città di Nola venisse sommersa dai rifiuti, siamo intervenuti con urgenza per sanare una situazione che stava diventando insostenibile”: “E’ ovvio – ha aggiunto il sindaco – che la situazione economica nazionale delle casse pubbliche si ripercuote negativamente su ogni attività, ma non possiamo permettere che i nostri cittadini, sempre attenti nel differenziare i rifiuti, debbano vivere in una città sporca”. “E’ importante – ha dichiarato l’assessore Mario Manna – che la situazione contrattuale con Campania felix venga rivista e che si intervenga su quelle attività produttive che insistono sul territorio di Nola e che non versano il canone per i rifiuti”. “Grazie all’intervento del sindaco - ha dichiarato il presidente di Campania felix, Nicola Sticchi – abbiamo la possibilità di ritornare a svolgere il nostro servizio a Nola”. “Ora, però – ha concluso Sticchi – è vitale che i cittadini continuino a differenziare i rifiuti per consentirci, entro una settimana di riportare la città in una condizione di normalità”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.