Home > Cronaca > Ferragosto in piazza Arco con karaoke e anguria

Ferragosto in piazza Arco con karaoke e anguria

Lo show è accompagnato dalla musica di Nello Esposito

martedì 14 agosto 2007


SANT ’ANASTASIA. Tutti pazzi per il karaoke. Musica e anguria allieteranno la serata di ferragosto in piazza Madonna dell’Arco. Lo show è accompagnato dalla musica di Nello Esposito.

La manifestazione rientra nell’ambito degli appuntamenti “Viviamo Sant’Anastasia”, organizzati dall’assessorato di Pasquale Miniero. E’ la prima volta che nella serata dell’Assunta si sperimentano nella cittadina vesuviana momenti di animazione nella piazza adiacente il santuario di Madonna dell’Arco. Non a caso. L’iniziativa nasce, infatti, con il proposito di bloccare il processo di “desertificazione” che negli ultimi anni sembra aver colpito Sant’Anastasia. Contrariamente a quanto accade nei Comuni limitrofi, l’offerta musicale e dello spettacolo ha registrato una battuta d’arresto. A tutto scapito della popolazione giovanile che preferisce trascorrere altrove il tempo libero. Già nel mese scorso, la nuova amministrazione, guidata dal sindaco Carmine Pone, aveva posto in essere qualche tentativo per animare le serate estive. Alla fine di luglio c’era stato il concerto di musica classica nel chiostro del santuario, promosso dai padri domenicani, a cui le autorità cittadine avevano aderito. In più, l’assessore Miniero, in qualità di delegato al commercio, aveva voluto sperimentare, con la collaborazione degli esercenti locali, alcuni appuntamenti musicali all’aperto, in segno di disponibilità a modificare la rotta.
Tutti in piazza dunque per i festeggiamenti di mezza estate. L’appuntamento farà confluire nel quartiere Arco i residenti che trascorreranno in città la settimana delle ferie agostane.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.