Home > Cronaca > Tenta di gettare il figlio dal balcone per una dose di droga

Tenta di gettare il figlio dal balcone per una dose di droga

Il tossicodipendente è stato arrestato per tentato omicidio

sabato 18 agosto 2007


FRATTAMINORE- Storie di disperazione e miseria: ad andarci di mezzo un bambino. Questa volta il piccolo di soli tre mesi è diventato oggetto di scambio per una “dose” in una lite tra moglie e marito.

“Se non mi dai i soldi per comprare la droga, ti butto il figlio dal balcone”. Ha inveito proprio così il papà del piccolino per convincere la mamma a mollare i quattrini. Il tossicodipendente, Angelo Miele, di 32 anni, era solito dare di matto per avere la “maledetta” dose giornaliera. Ieri sera, ha strappato il bambino dalle braccia della madre. Lo aveva già sporto sulla ringhiera del balcone per dare esecuzione al folle proposito quando si sono avvinghiati su di lui la moglie e la stessa sorella di Miele per salvare il neonato. Urla, botte, strattoni. Le due donne hanno lottato strenuamente fino a quando il neonato non è stato messo in sicurezza. Dalla colluttazione, madre e zia del redivivo hanno riportato alcune lesioni, ma alla fine tutto è finito per il meglio. Il 32enne, che era solito litigare con la consorte sempre per lo stesso motivo, è stato finalmente assicurato alla giustizia. L’accusa è di tentato omicidio.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.