Home > Cronaca > Accordo tra Tetra Pak e Comune per la raccolta differenziata dei (...)

A San Giorgio a Cremano l’iniziativa della società di imballaggi

Accordo tra Tetra Pak e Comune per la raccolta differenziata dei contenitori

giovedì 12 giugno 2008


S. GIORGIO A CREMANO – Tetra Pak Italia ha “adottato” la città di San Giorgio a Cremano per rafforzare il servizio della raccolta differenziata, dando particolare attenzione a quella dei contenitori per alimenti insieme a carta e cartone. Con 11.600 abitanti per chilometro quadrato, la città è fra le più densamente popolate del mondo ed è stata fra le più attive nel dare risposte concrete durante l’emergenza rifiuti in Campania. San Giorgio a Cremano è l’unico comune della provincia di Napoli scelto da Tetra Pak per un’iniziativa di così grande respiro.
Il progetto è stato presentato stamane in villa Bruno nel corso di una conferenza stampa a cui hanno preso parte il sindaco di San Giorgio Mimmo Giorgiano, l’assessore all’Ambiente Fulvio Fortunati, il direttore generale del Comune Alfonso Raho, l’environmental manager di Tetrapak Italia Fernanda Novellino ed il consulente di Tetrapak Pasquale Lepore. Dopo la firma dell’accordo fra il Comune e Tetra Pak, la fase sperimentale del progetto, che partirà con il ritiro porta-a-porta dei rifiuti, durerà fino a dicembre 2008. Tetra Pak si occuperà della stesura del piano industriale per la raccolta dei rifiuti in città, immaginando soluzioni diverse a seconda delle zone del territorio (porta a porta, raccolta con i cassonetti, sistema misto), valutando la differente conurbazione delle singole strade. Inoltre Tetra Pak si occuperà della formazione del personale addetto alla comunicazione dell’iniziativa, uno staff di circa 20 persone che dovrà incontrare singolarmente tutte le quasi ventimila famiglie sangiorgesi. Il progetto è a costo zero per le casse della Città di San Giorgio a Cremano.
Questo progetto è stato sviluppato grazie alla volontà espressa dai massimi esponenti del Comune, a partire dal Sindaco Mimmo Giorgiano, che dichiara: <>.
<>.
Rispetto al Tetra Pak, materiale presente in tutte le case, si prevede la sua differenziazione insieme a carta e cartone. Il conferimento alla piattaforma di smaltimento rifiuti avverrà attraverso la raccolta “porta-a-porta”. La piattaforma provvederà quindi ad inviare i cartoni per alimenti in cartiera, dove la cellulosa, componente preponderante di queste confezioni alimentari, sarà separata dai sottilissimi strati di polietilene e alluminio attraverso un procedimento meccanico, il “pulper”, che usa soltanto la forza motrice dell’acqua. Non sono utilizzate colle, infatti, per unire i materiali di cui sono composte queste confezioni.
I prodotti ottenuti dal riciclo dei cartoni per alimenti
Nel 2007 oltre il 50% dei contenitori Tetra Pak è stato recuperato. Si tratta di 2 miliardi e mezzo di contenitori sottratti alla discarica in Italia (tutte le informazioni sul sito internet www.tiriciclo.it). Dal riciclo della cellulosa delle confezioni per il latte si ottiene Cartalatte™, mentre dalle confezioni dei succhi nasce Cartafrutta™. Con queste carte riciclate si producono sacchetti della spesa, quaderni, giornali, bilanci aziendali. Polielitene e alluminio, componenti residuali dei cartoni, sono riutizzati invece per creare oggetti vari, dai vasi da fiori alle penne ed altri articoli di cancelleria. Questo nuovo materiale plastico si chiama EcoAllene®. L’intero “ciclo di vita” dei cartoni per alimenti, dalla produzione al riciclo, è illustrato nelle scuole, coinvolte dai laboratori didattici promossi dai Comuni e sostenuti da Tetra Pak.
La situazione al Sud Italia
In Campania, a Salerno, Avellino e Benevento, il servizio di raccolta differenziata dei contenitori Tetra Pak è già attivo e sarà esteso nell’arco dell’anno ai Comuni delle rispettive Province. In particolare, nel salernitano circa 400mila abitanti sono già operativi con il servizio, che è partito di recente anche nei Comuni di Scafati, Angri, Nocera Inferiore e Cava dei Tirreni. Avellino è servita sia come città sia nella Provincia, con 200mila abitanti già impegnati nella raccolta differenziata dei contenitori Tetra Pak.
In Puglia la raccolta differenziata dei contenitori Tetra Pak sarà avviata entro l’anno nel comprensorio del barese, includendo oltre alla città di Bari anche i comuni limitrofi (Bitonto, Altamura, Molfetta, Andria, Barletta, Trani, Modugno, Corato), per circa 1,5 milioni d’abitanti.

CONTATTI PER I MEDIA
Michele Mastrobuono Maria Grazia Attianese
Direttore Ambiente e Relazioni Esterne Homina PDC per Tetra Pak
+39 0522 26 37 89 +39 051 26 47 44
ambiente.tpi@tetrapak.it mariagrazia.attianese@homina.it

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.