Home > Attualità > Comunicati Stampa > Per ricordare Nino Taranto il progetto "100 anni ma non li dimostra"

Per ricordare Nino Taranto il progetto "100 anni ma non li dimostra"

venerdì 11 luglio 2008, di Comunicato Stampa


NAPOLI – Questa mattina, presso il foyer dell’Auditorium della Rai, sarà presentato il progetto in omaggio a Nino Taranto "100 MA NON LI DIMOSTRA".

Sono passati cento anni dalla nascita di questo grande artista figlio di un sarto di Forcella, che a soli tredici anni già si esibiva cantando in frack e paglietta, quella paglietta che per tutta la vita lo ha caratterizzato e reso famoso.
Questo progetto è una festa che vogliamo dedicare all’attore, al cantante, al poeta e all’uomo Nino Taranto e che ripercorre le tappe più significative della sua storia, una storia che si è spesso intrecciata con quella di tanti altri protagonisti del teatro, del cinema e della cultura Italiana.
Questa iniziativa rientra nella programmazione del Premio Charlot giunto quest’anno alla sua XX Edizione. RaiTrade ha inteso per l’occasione realizzare una produzione televisiva che sarà messa in onda da Rai 2 Palcoscenico, curata dal Centro di Produzione Rai di Napoli e dedicata interamente al grande artista partenopeo. Il progetto gode del patrocinio della Regione Campania, Provincia di Salerno, Comune di Paestum e della Fondazione Taranto.
Il programma televisivo è stato ideato dagli autori, Gino Aveta, Luciano Nozzolillo, Alfredo Saitto e Claudio Tortora come una rivisitazione del varietà degli anni 50
La tradizionale paglietta di Ciccio Formaggio sarà la grande icona di questo programma che avrà come conduttore il bravo GIANCARLO MAGALLI il quale interagirà con tutti gli artisti ospiti per riproporre una significativa parte del repertorio di Taranto.
Un orchestra di dodici elementi accompagnerà gli ospiti nelle loro esibizioni.
I produttori dell’evento, Il Premio Charlot e Palco Reale, hanno fortemente voluto questa iniziativa per riportare all’attenzione del pubblico la ricchezza del grande patrimonio artistico culturale che la Regione Campania possiede.
L’appuntamento è per il 25 luglio 2008 a Paestum nell’Arena dei Templi, capace di ospitare 4000 persone in uno scenario di grande suggestione dove, ancora una volta, la Rai con grande sforzo organizzativo sostiene un programma di grande profilo ed interesse.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.