Home > Appuntamenti > Nola, la Festa dei Gigli approda in Slovenia

Nola, la Festa dei Gigli approda in Slovenia

sabato 23 agosto 2008


NOLA - Rilevante appuntamento culturale per la Festa dei Gigli di Nola che, il prossimo 28 agosto, sarà presente all’importante incontro internazionale organizzato dall’Easa (European Association of Social Anthropologists), l’associazione europea degli antropologi sociali, che si terrà a Lubiana in Slovenia dal 26 al 30 agosto ed avrà per titolo "Experiencing Diversity and Mutuality". Tale opportunità è stata offerta dall’antropologa siciliana Katia Ballacchino che, nella sessione dal titolo "Body and soul: on corporeality in contemporary religiosity" presenta una conferenza sui Gigli di Nola dal titolo "The body in "Giglio Feast" in Nola and in Williamsburg". L’oggetto della conferenza dell’antropologa siciliana, che da tre anni sta effettuando un certosino e preciso lavoro sulla festa di Nola, punta a mettere in rilievo l’importanza del "corpo" nella festa dei gigli, confrontandola anche con la festa, derivata da quella di Nola, che si tiene nel quartiere di Williamsburg a New York. "La mia relazione cercherà di mettere in risalto - ha sottolineato l’antropologa Katia Ballacchino -, attraverso una lettura generale della festa, sia di Nola che di New York, la sua rilevante dimensione corporea. Una dimensione che si evidenzia sia nello svolgimento della festa stessa, sia attraverso l’uso del corpo come espressione della religiosità da un lato ed, allo stesso tempo, come strumento della festa stessa. Basta pensare all’uso del corpo nel danzare davanti ad un giglio, oppure nel sopportare lo sforzo del trasporto della mastodontica struttura, fino ad arrivare a vere e proprio deformazioni corporali come il cosiddetto “pataniello”, il “Callo di San Paolino”, che si forma sulle spalle dei collatori più abituali. Credo sia molto importante parlare della Festa dei Gigli, all’estero come in Italia, in contesti scientifici di grande rilevanza come questo di Lubiana". Gli appuntamenti internazionali di carattere scientifico per la festa dei gigli proseguiranno nei prossimi mesi con un incontro a Nola, in fase di preparazione per fine settembre, organizzato con la consulenza scientifica degli antropologi Luigi Maria Lombardi Satriani e Katia Ballacchino, mentre a novembre Katia Ballacchino parlerà della Festa dei Gigli negli Usa per la 41’ Conferenza Annuale dell’American Italian Historical Association. Infine, per il prossimo aprile, è prevista un’altra conferenza di Katia Ballacchino sulla Festa dei Gigli nell’incontro internazionale organizzato a Genova e dedicato alle Watts Towers di Simon Rodia a Los Angeles, diretta discendenza dei gigli di Nola.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.