Home > Attualità > Affrontato a Brusciano il tema della donazione degli organi

Affrontato a Brusciano il tema della donazione degli organi

mercoledì 3 settembre 2008, di Mina Spadaro


BRUSCIANO. A chiusura della 133^ edizione della Festa dei Gigli, un importante argomento è stato affrontato lunedì scorso in piazza XI settembre. Dopo la presentazione del programma per la rassegna “Brusciano Danza 2008”, infatti, si è tenuta una tavola rotonda sul tema della donazione degli organi, a chiusura della manifestazione interregionale “Dalla Torre al Giglio” patrocinata dalle città di Pisa e Brusciano e promossa dall’Associazione “Donare per Vivere” onlus di Pisa. Scopo della serata è stato quello di informare e sensibilizzare ogni individuo al fine di permettere la salvezza di vite umane. “Non serve tenersi gli organi. L’espianto viene effettuato su persona deceduta e pertanto donandoli si possono salvare tante vite umane. E’ necessario pertanto sensibilizzare e diffondere ulteriormente la cultura della donazione”, ha spiegato il prof. Fulvio Calise direttore dell’Unità Trapianti di Fegato dell’AORN “Cardarelli”, mentre il vicesindaco di Brusciano, dott. Vincenzo Cerciello, ha sottolineato che “anche nella nostra regione vi sono centri di eccellenza per la cura e la ricerca. Ne sono un esempio l’Istituto Nazionale dei Tumori ‘Pascale’ ed il Centro di trapiantologia del fegato diretto dal prof. Calise”. Presente anche il dott Maurizio Di Mauro, responsabile del Sistema Informativo Trapianti della Regione Campania, in rappresentanza dell’Assessore alla Sanità, on. Angelo Montemarano, che ha riportato le statistiche italiane che presentano “il Nord con 30 donatori per milione di abitanti mentre in Campania la quota scende ad appena 11. Pertanto ben vengano manifestazioni come quelle di questa sera”. Inoltre, il dott. Alfredo Savarese, Vicedirettore ARSAN Campania, ha raccontato la toccante esperienza di un proprio amico sottoposto a trapianto di rene, mentre il Consigliere regionale on. Sebastiano Sorrentino ha portato la sua personale testimonianza. Il sindaco di Brusciano, dott. Angelo Antonio Romano, ha sottolineato “l’importante ruolo della Festa dei Gigli che oltre ad essere un momento ricreativo è anche occasione di promozione e diffusione della cultura della donazione degli organi”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.