Home > Appuntamenti > Il Palio sommese diventa "maggiorenne"

L’iniziativa giunta alla sua XVIII edizione al via il 12 settembre

Il Palio sommese diventa "maggiorenne"

martedì 9 settembre 2008, di Geronimo Fragliasso


Somma Vesuviana- Dal 12 al 14 Settembre andrà in scena in piazza Vittorio Emanuele e nei vicoli di Somma Vesuviana il Palio.
L’atteso appuntamento settembrino, giunto alla suo diciottesimo anno di rappresentazione, che si rifà alle nundinae (antiche fiere di paese che duravano fino ad otto giorni) quest’anno sarà intitolato “Raccontami un nuovo mattino”. Titolo tratto dalla famosa opera di Zedna Berger in cui la protagonista, Tania, vive gli orrori del campo di concentramento di BergenBelsen. E c’è probabilmente un filo rosso ad unire la protagonista del romanzo, salvata dalla disperazione per la perdita dei familiari solo dall’unità, dalla speranza e dalla forza dell’amicizia di Eva e Ilse, e lo spirito profuso nella realizzazione delle loro attività da i “Giovani per un mondo unito” e dai ragazzi del Centro Vita i quali, a prescinde dalla diversità delle fedi e delle idee degli uomini, con l’unità e la fraternità tra i popoli concorrono alla realizzazione di un mondo migliore.
Venerdì sera il Caffè Interculturale e la taverna degli antichi sapori, in cui saranno serviti prodotti artigianali tipici di Somma Vesuviana, daranno il là all’apertura della manifestazione. Sabato invece sarà la volta del Magister Nundiranum ( Maestro Mercato)- figura istituzionale d’ immenso prestigio che regolava le nundine nata per volontà di re Carlo d’Angiò- il quale sfilerà per i rioni storici della città con la sua Corte accompagnata da menestrelli e sventolatori che ricreeranno quell’ orgia di suoni e colori in cui i nostri antenati una volta l’anno amavano immergersi.
Graditi ospiti ancora una volta l’Ente Montecastello di Cava dé Tirreni, gemellati da diversi anni con il Palio che parteciperà alla sfilata con i propri figuranti rinascimentali.
Domenica si svolgeranno i rituali ed arcaici giochi popolani della corsa nel sacco, quella “chirchio”( del cerchio), del “curuoglio” o cercine, della pignatta, del tiro alla fune e del palo di sapone che vedranno in prima fila i quartieri storici di Somma Vesuviana del Casamale, di Prigliano, di Costantinopoli, di Margherita, di Castello, di S.Maria del Pozzo, della Starza Mercato i quali saranno supportati da un calorosissimo pubblico pronto a trasformarsi per l’occasione in una torcida. Chi strapperà il drappo ai detentori della Starza Mercato e Costantinopoli (giunti l’anno scorso ex aequo)?
Solo seguendo questo magnifico, colto ed elegante evento che si ripete con la stessa intensità ogni anno potrete saperlo.
Sarebbe un peccato non abbracciare e non sostenere con ogni mezzo l’opera e l’intenzione di questi ragazzi i quali, non ancora attratti nelle reti associazionistiche che fanno capo a partiti o gruppi politici, in modo cristallino si divertono e soprattutto ci divertono.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.