Home > Attualità > Comunicati Stampa > Lotta alla camorra, nasce il coordinamento delle città in provincia

Lotta alla camorra, nasce il coordinamento delle città in provincia

venerdì 19 settembre 2008, di Comunicato Stampa


CASTELLAMMARE DI STABIA - Lotta alla camorra: nasce il
coordinamento delle città in provincia di Napoli "Onore Comune". Su
proposta dell’Amministrazione Comunale stabiese oggi si è svolto un primo incontro alla presenza di 20 sindaci della provincia di Napoli e dei
rappresentanti di Piazza Matteotti per dare il via ad un’associazione
degli enti locali contro la criminalità organizzata.
Sul modello del coordinamento delle "Città per la Pace" i Comuni faranno
squadra per promuovere strumenti attivi di lotta alla camorra: da
iniziative per il riutilizzo a fini sociali dei beni confiscati ai clan a
campagne di educazione e sensibilizzazione nelle scuole, dal sostegno alle associazioni che combattono l’usura e il racket a strumenti per il
contrasto allo spaccio delle sostanze stupefacenti.
"Vogliamo costruire Onore Comune in contrapposizione alla società degli
uomini cosidetti d’onore- sottolinea il vicesindaco Nicola Corrado,
assessore ai Giovani e alla Pace- Ribaltare il senso delle parole non è
una semplice operazione di facciata, piuttosto un modo per costruire sin
dalle fondamenta una cultura della legalità". " Gli Enti Locali - continua
Nicola Corrado- possono svolgere una funzione importante per una nuova
Campania regione dell’Europa, ma occorre alzare il tiro, scavare un solco
profondo rispetto alla camorra, allungare quei ’cento passi’ che molte
volte rappresentano un confine troppo sottile rispetto all’illegalità. Un
lavoro importante soprattutto per dare una nuova prospettiva ai ragazzi e
alle ragazze che vivono in questa terra".

"Dobbiamo affiancare - hanno dichiarato i Sindaci Enzo Cuomo, Michele
Serrapica e il consigliere Diego Belliazzi in rappresentanza della
Provincia, a- il nostro intervento agli sforzi straordinari messi in campo
dalle forze dell’ordine e dalla magistratura, allo stesso tempo occorre da
parte nostra ed in maniera continuativa rappresentare un punto di
riferimento certo per le tante associazioni che cercano quotidianamente di
animare il tessuto sociale dei nostri territori".
"La camorra- dichiara il sindaco Salvatore Vozza- mortifica le nostre
città e ne frena il pieno sviluppo, cercando sempre nuovi mercati per
sviluppare il suo potere criminale. E’ un male che non può essere
assolutamente tollerato, anzi dobbiamo sapere che è un male che può e deve essere sconfitto."
Di concerto con il Presidente Di Palma il tavolo allargato a tutti i
Sindaci dell’area metropolitana sarà convocato agli inizi di ottobre per
licenziare lo statuto dell’associazione che sarà poi sottoposto per
l’approvazione ai singoli Consigli Comunali.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.