Home > Attualità > Comunicati Stampa > Pesche coltivate su terreni confiscati alla camorra offerte alla (...)

Pesche coltivate su terreni confiscati alla camorra offerte alla Caritas

giovedì 25 settembre 2008, di Comunicato Stampa


NAPOLI. Le pesche coltivate da Acli Terra sui terreni confiscati alla camorra in Campania, nelle province di Napoli, Caserta e Benevento, sono state offerte alla Caritas Romana in occasione della manifestazione "I grandi chef cucinano per gli ospiti della Caritas", l’iniziativa che ha visto coinvolti "Quattro Chef per un Emporio": una cena di gala presso il centro di accoglienza per senza dimora "Santa Giacinta" a Ponte Casilino (Roma) per sostenere l’Emporio della carità. Heinz Beck, Antonello Colonna, Filippo La Mantia, Angelo Troiani: ecco i quattro tra i "Top Chef" della Capitale che hanno preparato i loro piatti per gli ospiti della Caritas e per 150 sostenitori dell’organizzazione. La serata, presentata da Maria Giovanna Elmi, ha visto la partecipazione del direttore della Caritas Mons. Guerino di Tora e del Sindaco della Capitale Alemanno. "Un altro segno della capacità produttiva e della finalità sociale della conduzione dei terreni confiscati alla criminalità organizzata gestiti da ACLI Terra- ha dichiarato Pasquale Orlando, preidente delle ACLI di Napoi e commissario ACLI Terra Benevento, titolare dei beni- continueremo sulla strada della legalità e della trasparenza costruendo opportunità di lavoro, sviluppo e bene comune."

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.