Home > Attualità > Comunicati Stampa > Lavoro, casa, trasparenza gli obiettivi della Destra anastasiana

Intanto, il 1 ottobre l’udienza per l’incompatibilità di Gifuni in consiglio comunale

Lavoro, casa, trasparenza gli obiettivi della Destra anastasiana

domenica 28 settembre 2008, di Comunicato Stampa


Sant’Anastasia – Agire contro gli “inciuci”, le illegalità, la mancata trasparenza. Questi sono alcuni degli obiettivi che i dirigenti locali de La Destra porteranno avanti nei prossimi mesi. Ma non mancheranno neanche progetti concreti, come il reperire fondi per la casa, garantire l’accesso al Comune a tutti i cittadini, incrementare occasioni di lavoro.
Intanto, partendo dalla questione incompatibilità il 1 ottobre ci sarà l’udienza per discutere il ricorso contro il consigliere Alfonso Gifuni, nel caso in cui fosse considerato incompatibile con il suo ruolo allora nell’assemblea cittadina gli subentrerà Felice Manfellotto, esponente de La Destra. Una questione di illegittimità che è stata sollevata da alcuni cittadini, come ricorda il coordinatore dell’area vesuviana, Francesco Di Sarno. “Il nostro è un partito alternativo che si è posto l’obiettivo di combattere la Casta”, afferma Di Sarno, “Mi chiedo perché a Sant’Anastasia non esista l’opposizione, perchè la questione dell’illegittimità in consiglio comunale sia stata posta da un ricorso e nessuno abbia pensato di farla propria. C’è forse un inciucio tra maggioranza e minoranza? Se non si fanno rispettare le leggi in Comune come si può pretendere che i cittadini le rispettino?”. Riguardo, invece, le azioni del partito a spiegarle lo stesso Manfellotto: “Vogliamo che i cittadini partecipino alla vita amministrativa, per esempio stiamo stati contrari a come si è agito per il recente restyling di una piazza anastasiana, in quel caso l’Amministrazione avrebbe potuto chiedere alla gente come preferiva il ripristino di quegli spazi. Abbiamo anche contestato la poca tempestività con cui è stata affrontata l’emergenza dei rifiuti da parte dell’assessore competente, ma abbiamo anche sostenuto le iniziative positive che sono state fatte dal Comune, vedi il condono fiscale con il quale, secondo noi, si vanno a recuperare gli evasori delle tasse comunali. Adesso siamo in attesa di una questione in pendenza davanti al tribunale, se sarà favorevole a noi porteremo avanti le nostre battaglie in consiglio comunale. Riteniamo importante il problema della casa, per questo faremo in modo che venga applicata la legge che rende abitabili i sottotetti, già accade a Parigi, Milano e Firenze in questo modo molte nuove coppie non saranno costrette ad emigrare. Spingeremo poi sulla questione del lavoro, chiederemo che vengano attuati i Pip (Piani di insediamento produttivo) per ampliare le possibilità di occupazione ai giovani anastasiani”. Sulla stessa linea il portavoce, Mario Gifuni: “Vogliamo che il Comune reinvesta i soldi che otterrà dalla vendita dei beni comunali di via Donizetti e piazza Lavoro in case per indigenti. Abbiamo inoltre un preventivo che permetterà all’Amministrazione di risparmiare 40 euro a tonnellata per la raccolta dell’umido, con un risparmio settimanale di 2500 euro pari ad uno annuale di 140 mila euro. Speriamo che il Comune lo prenda in considerazione, vogliamo rappresentare in consiglio comunale i cittadini che in questo momento non hanno voce”. Il lavoro svolto dalla sezione anastasiana è apprezzato molto anche dalla federazione napoletana, come spiega il responsabile provinciale Bruno Esposito: “L’alto grado di capacità politica dimostrata dal nostro dirigente dimostra come La Destra sia riuscita ad attivare una bellissima comunità umana che segue con professionalità e capacità il territorio. Rimuovendo le situazioni di illegalità a noi note avremo Felice Manfellotto presente in Consiglio, chi ci dava per spacciati si rende conto che non lo siamo affatto”. E’ intervenuto sull’attività politica de La Destra anche Maurizio Bruno, responsabile organizzazione del partito, ricordando che Napoli è la terza città d’Italia per numero di iscritti (dopo Roma e Torino) e che il prossimo 25 ottobre si terrà proprio a Napoli il congresso provinciale.

Messaggi

  • dicono tutti le stesse cose destra e sinistra, illusione ottica,quando si siede nel consiglio comunale i consiglieri smettono di essere cittadini normali e diventano padroni del mondo,una vecchia canzone di Mina diceva parole parole soltando parole,in questa Amministrazione non ci sono soldi, non ci sono spazi per costruire,non si pensa all’ambiente non si pensa alle periferie, non si pensa al trasporto urbano ,non si pensa alle scuole,non si pensa ai pensionati/e, non si pensa agli anziani,non si pensa ai disabili,case case case diceva totò,concludo con le parole di totò ma non mi faccia ridere?saluti da un cittadino anastasiano che non vi crede.

    • Noi abbiamo sempre detto e continueremo a dire cose serie e sensate. Non incidiamo perché non abbiamo rappresentanze al Comune. Il Condono fiscale in atto a S.Anastasia per la Tarsu e l’ICI lo deve unicamente alla Destra. Così come deve alla Destra che le lapidi al Cimitero possono essere poste in opera da tutte le Ditte in regola e con l’autorizzazione dell’Ufficio tecnico del Comune.
      Deve soltanto avere fede!
      Ing. Merone, Presidente di La Destra

    • Egr Ing,
      Vede Lei come segretario della "destra" se non mi sbaglio,non deve rivendicare nulla il condono e atto amministrativo lei non non fa parte di questa maggioranza,la T.A.R.S.U. e stata itrodotta nella finanziaria del governo berlusconi 2005,per il recupero sulla superfice dichiarata prima della finanziaria, Lei non dice la verita,non si può far credere ai cittadini attraverso organi di informazioni che "la destra e portatore di innovazioni,semmai racconta fatti già avvenuti,infine La chiedo anche alla sua parte politica tre cose fondamentale per Sant’Anastasia, dove le Ammministrazione prima e questa non hanno fatto, non mi faccia le stesse dichiarazioni precedenti?Un cittadino che non vi crede.

  • Egregio sig.che non ci crede le voglio ricordare che in questi 14 mesi la destra anastasiana non e stata cn le mani in mano le voglio ricordare x quanto riguarda il condono abbiamo fatto applicare la legge che prevedeva anche i condoni nella finaziaria 2003 e non come sostiene lei nella finaziare 2005 .Ci sono tante cose di cui siamo scontenti allora le voglio elencare solo 4 cose :
    1)che tutti quanti noi avessimo il senso di essere anastasiano cosa che non vedo in giro sento solo pettegolezzi ma nessuno parla di come ripopolare la nostra comunità .
    2) La discontiniutà dalla precedente gestione amministrativa e quella attuale non si vede anche perchè quando un popolo vota sempre le stesse persone cambia solo il fattore ma il prodotto non cambia
    3) Le potrei elencare decine di cose ma so che sarà difficile farla cambiare idea spero che il tempo sia galantuomo .
    4)Noi siamo contrari al progetto finaziario del cimitero eravamo per l’ auto finanziamento chiedendo alle imprese anastasiano finalmente di consosiarsi fra di loro per fa si che ci sarebbe stato un modo nuovo per fare impresa spero che il primo ottobre venga resa giustizia per quelle persone che si sono battute in campagna elettorale per fa si che il nostro paese cambiasse non in mano ai pochi spero che abbia il coraggio di firmassi siamo stanchi delle persone che si nascondono in modo omertoso dietro sigle insinficanti .
    Distinti saluti Mario Gifuni Portavoce Della Destra

    • Egregio “Un cittadino che non vi crede”. Un famoso detto così recita: A lavare la testa a....... si perde l’acqua ed il sapone.

      Il condono per la Tarsu e l’ICI è stata, la rivendichiamo e lo ripetiamo per l’ultima volta, una idea di La Destra per stanare tutti gli evasori di S.Anastasia.

      L’ingresso delle imprese tutte nel Cimitero anastasiano è stata, e lo ribadiamo, una vittoria de La Destra.
      Ing. Merone, Presidente di La Destra

    • Sono Sasso, mi piacerebbe entrare nella discussione,vede io nei precedenti messaggi ribativo che nel nostro paese senza offesa per nessuno non ci sarebbero altre persone per formare finalmente altre classi dirigenti,lo ribadisco e lo confermo,lo ribatite anche voi ,c’è la fate a mandare a casa che da oltre 25 anni fanno parte del consiglio comunale (Pone,Esposito,Esposito, Di Marzio,Beneduce,Capuano, Esposito, Detto, Manfellotti, Ceriello,Jervolino,Barone,Dobellini,ecc.ecc,) vi domando voi "La Destra"siete consapevoli di non poter incidere più di tanto,come non potranno incidere ne rifondazione o cosidetti comunisti,sono daccordo con il Sig, che non ci crede, x anni anni senza fare nulla, spero di essere stato chiaro, desidero ricevere un risposta. grazie Sasso

    • 1)FINANZIARIA 2005 – Novità per l’ICI e TARSU.
      2). Revisione del classamento dei fabbricati - Interventi degli Enti Locali per la lotta all’evasione e all’elusione fiscale.
      3)L’articolo 1 comma 343 della legge finanziaria par il 2005 dispone:
      “Al comma 3 dell’articolo 70 del decreto legislativo 15 novembre 1993 n.507, sono aggiunti i seguenti periodi: a decorrere dal 1° gennaio 2005 per le unità immobiliari di proprietà privata a destinazione ordinaria censite nel catasto edilizio urbano, la superficie di riferimento non può in ogni caso essere inferiore all’80 per cento della superficie catastale determinata secondo i criteri stabiliti dal regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 23 marzo 1998 n. 138; per immobili già denunciati, i comuni modificano d’ufficio, dandone comunicazione agli interessati le superfici che risultano inferiori alla predetta percentuale a seguito di incrocio dei dati comunali, comprensivi della toponomastica, con quelli dell’Agenzia del ENTRATE.
      4)Territorio, secondo modalità di interscambio stabilite con provvedimento del Direttore della predetta Agenzia, sentita la Conferenza Stato - Città e autonomie locali. Nel caso in cui manchino, negli atti catastali, gli elementi necessari per effettuare la determinazione della superficie catastale, i soggetti privati intestatari catastali , provvedono ,a richiesta del Comune, a presentare all’Ufficio provinciale dell’Agenzia del territorio la planimetria catastale del relativo immobile, secondo le modalità stabilite dal regolamento di cui al decreto del Ministero delle Finanze 19 aprile 1994 n. 701, per l’eventuale conseguente modifica. Presso il Comune, della consistenza di riferimento”.Confermo era necessario da parte del Comune far il condono fiscale,non certamente da parte vostra,io testa dura, e voi:un cittadino che non vi crede.

    • Caro Sasso se nessuno mai comincia non potremmo mai sapere se possiamo mandarli a casa . Noi abbiamo incominciato a dare picconate al sistema spero che altri si aggiungono a noi per fa si che i figli di persone normali incomincino ad incidere con le loro idee nella nostra comunità. Dopo 12 anni di regime cattocomunista dove nessuno aveva il coraggio di eporsi nei confronti Iervolino e company in campagna elettorale abbiamo abbattuto questi che ritenevano che i cittadini erano sudditi e non elettori ,dopo 14 mesi dell ’esegutivo Pone ci sono molte cose che risultano in continuità con il passato e noi anche per questo ci battiamo quotidianamente per quei cittadini indifesi che hanno perfino paura di dichiararsi nei discorsi fatti nelle piazze perchè esiste la sudditanza nei confronti dei potenti .Mario Gifuni Portavoce della Destra

    • Gentile Sasso nella mia qualità di Presidente Le ripeto per l’ultima volta: La Destra non era presente alle ultime elezioni comunali. La Destra si è scissa da Alleanza Nazionale perché non condivideva le direttive del Commissario Bobbio, prima, e del Segretario di partito Arch. Frasso, poi.
      La Destra, quindi, ha un vissuto politico soltanto di pochi mesi ed alle elezioni politiche è riuscito ad inserire nelle liste nazionali Felice Manfellotto che ha conseguito un lusinghiero successo.
      I nominativi ai quali Lei fa cenno, (Pone,Esposito,Esposito, Di Marzio,Beneduce,Capuano, Esposito, Detto, Manfellotti, Ceriello,Jervolino,Barone,Dobellini,ecc.ecc) ed ai quali può aggiungere anche Gifuni A., Granato , Cortese, ed altri il cui cognome non ricordo,
      sono scelti democraticamente dagli Anastasiani nelle tornate elettorali.
      Noi, come ora e come sempre, continueremo a batterci e, ci creda, qualcosa sul Comune le nostre azioni hanno smosso e prodotto, pure non avendo rappresentanti.
      Vede il Consigliere Dobellini, Presidente della Commissione Trasparenza, grazie alle nostre azioni ha richiesto alla Segreteria Comunale l’elenco delle incompatibilità esistenti tra i Consiglieri.
      Pare che dopodomani il Comune debba discutere proprio delle incompatibilità esistenti. L’elenco, pare, sia stato fornito al richiedente ed i nominativi inseriti, per ora, sono più di due. Noi aspettiamo fiduciosi.
      Domani 01 Ottobre 2008, fra poche ore quindi, il Tribunale di Nola adito potrà decidere della possibile e probabile incompatibilità del Consigliere Gifuni A.
      Attenda fiducioso. I risultati potranno venire a breve!
      Non dimentichi, però, che il carrozzone AMAV è stato creato durante la consiliatura Iervolino e che l’estensore del progetto AMAV, Assessore rifondarolo, subito dopo è entrato nel Consiglio di Amministrazione della Municipalizzata della Iervolino Sindaco di Napoli.
      Tenga presente che l’AMAV, sempre con la Consiliatura di Iervolino E., ha assunto, tra gli altri, e tuttora è iscritto nei libri paga e matricola, tra i suoi dipendenti Amministratori anche Tecnici Ingegneri. Vede per misurare la immondizia prodotta, (questo è il servizio che l’AMAV ha finora svolto) la Consiliatura Iervolino ha avuto necessità di assumere Tecnici laureati in Ingegneria.
      Queste alcune delle malefatte di cui,per ora, ci lamentiamo e desideriamo combattere.
      Le altre Le ricaverà direttamente dalle azioni che La Destra svolgerà nel prosieguo della Consiliatura PONE e che prontamente, con manifesti ed altro, esporrà alla Cittadinanza.
      Ing. Mario Merone, Presidente La Destra

    • Egr Ing,
      capisco la sua scelta politica,in democrazia e legittimo,ma vede lei viene da una esperienza politica, io invece cittadino anastasiano che vede la politica al servizio dei cittadini,e confermo quello che ho accennato nel precedente articolo,nel paese i politici sono quelli là,quando ci saranno le elezione amministrative i partiti fanno tutto per qualizarsi in modo di fa parte o del centrodestra o del centrosinistra, non mi dica che lei non farà allenza con il centrodestra, poi quando si entra nel consiglio comunale il tempo e galantuomo,si dimenticano dei cittadini e i problemi che li attanagliano,non capisco come "La Destra" possa incidere per cambiare totalmente una politica dei fatti, e non degli inciuci,uno parente dell’altro,non si dementichi delle periferie,i ragazzi non possono fare sport, strade sporche,scarsa vigilanza,viabilità che fa schifo,scarsa professionalita Amministativa di qualcuno, guardi Ing.vorrei elencare la lista ma e troppa lunga ma anchio mi fermo qui,la saluto e ringrazio per le risposte. Sasso

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.