Home > Attualità > A Brusciano il “Vaso di Pandora”. Un progetto su Femminilità e (...)

A Brusciano il “Vaso di Pandora”. Un progetto su Femminilità e alcool

venerdì 10 ottobre 2008


BRUSCIANO. Nell’ambito delle Politiche Sociali, l’ente comunale, guidato dal sindaco dott. Angelo Antonio Romano, portando avanti una serie di campagne informative e di prevenzione con particolare riguardo all’universo giovanile e femminile. A tal fine è stato aperto uno sportello presso la casa comunale che si avvale del supporto degli operatori del Terzo Settore dell’Ambito 12, cooperativa Koinè e Contatto, grazie all’attivazione del progetto “ Il vaso di Pandora” finanziato dalla Regione Campania Area “Lotta alla droga”, legge 328 del 2000, Assessorato alle Politiche Sociali. Il Sindaco Romano ha sottolineato la dovuta “attenzione a questo fenomeno per la sua ricaduta sociale e sanitaria. Come medico e come primo cittadino – ha detto – sono in prima persona impegnato su questo fronte che presenta alcuni aspetti nuovi nel mutamento degli stili di vita dei giovani e delle donne che spesso praticano superficiali ed illusorie vie di emancipazione”. Antonella Panico, operatrice per le pari opportunità, ha dichiarato che tale progetto sperimentale “è volto ad effettuare uno screening sul territorio e una corretta prevenzione del rischio etilico nelle donne, problematica latente che sfugge alla conoscenza completa e per questo la si vuole affrontare concretamente con una metodologia appropriata”. Il Consigliere comunale Nicola Di Maio, delegato alle Politiche Sociali, ha dichiarato che “grazie anche all’impegno della nostra Assistente sociale, dott.ssa Antonella Maccaro, stiamo realizzando un ampliamento dei servizi offerti alla Cittadinanza. In questo caso vogliamo alleviare gli emergenti disagi delle donne che fanno abuso di alcol. In Comune ogni venerdì mattina è attivo lo sportello con le discrete e competenti operatrici sociali a fare accoglienza ed assistenza”. In generale il limite massimo giornaliero di alcol, ci ricorda il sociologo Antonio Castaldo, “per gli uomini va da 20 a 40 grammi e per le donne è da 10 a 20, negli adulti. Sotto i 16 anni c’è il divieto assoluto. Mentre, per chi si mette alla guida, il Codice della strada vieta il superamento della soglia di alcolemia, la concentrazione dell’alcol nel sangue, di 0,5 grammi per litro. Si tenga presente che bevendo un solo bicchiere, in media 12 grammi di alcol, di qualsiasi bevanda alcolica, si raggiunge un livello alcolemico di 0,2 grammi per litro. Assunto in dosi elevate l’alcol determina azioni tossiche nell’organismo come qualsiasi altra droga”. In Italia il 50% degli incidenti stradali è causato dall’abuso di alcol ed è facile passare dall’euforia delle piccole dosi alla depressione delle forti dosi. Per quanto riguarda il panorama femminile sono le donne mature, fra i 35 ed i 45 anni di età, che abusano dell’alcol.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.