Home > Sport > La Viribus stecca e perde il primato

La Viribus stecca e perde il primato

lunedì 20 ottobre 2008


Somma Vesuviana. Alla fine di 95 minuti non bellissimi arriva il primo stop interno per la Viribus Unitis ad opera del Messina. La squadra del presidente Secondulfo, in una inedita ed orripilante tenuta gialla, perde la vetta ad opera del Siracusa la quale, in questa fase del campionato, sembra la più seria candidata alla vittoria finale del girone. Il grigio pareggio al Nappi affonda le sue radici nelle gravi defezioni del reparto avanzato della squadra di mister Cimmino. Infatti agli infortunati Annunziata e Di Dio si è aggiunto anche Di Sabato a match in corso il quale, toccato duro alla schiena, è stato addirittura accompagnato in ospedale per ulteriori accertamenti.
Ma la mancanza di profondità e di peso davanti non è l’unica pecca di una squadra che, contro un ordinato e combattivo Messina ultimo in classifica, sembra aver fatto qualche passo indietro sul piano della fluidità della manovra.
Al 4-3-3 del Messina la Viribus risponde con il collaudatissimo 4-4-2 pronto nel quale i due esterni, Villino e Spinelli, appoggiano con continuità la fase offensiva affidata al duo Pisani Di Sabato. In mediana rientra un nervoso Manco spalleggiato in regia da Sardo. In difesa la novità rispetto all’ultima gara è il ritorno sulla corsia di destra di Panico. Ed è proprio la linea difensiva che al 7’si fa trovare impreparata sul lancio di Ancione il quale pesca ottimamente Portosi, bravo a scegliere il tempo dell’inserimento, ma meno bravo a capitalizzare anche per l’intervento tempestivo di Sorrentino. La risposta dei “gialli” padroni di casa arriva dopo appena quattro minuti con Spinelli che dai venticinque metri tenta il gol della domenica, ma Coscia è bravo a neutralizzare la conclusione. Al 16’ dagli sviluppi di un corner Femiano crossa dalla sinistra dell’interno area, ma Tevilla di testa manda alto sulla traversa.
L’uscita di Di Sabato isola ulteriormente Pisani in attacco, il quale non riesce a raccogliere nessuno dei lanci lunghi provenienti dalle retrovie che sono tutti ad appannaggio della difesa ospite. Così il baby prodigio locale tenta la via del gol unicamente con giocate personali. E al 40’estasia il pubblico con un numero da fuoriclasse in un fazzoletto di spazio in area, ma la sua girata volante trova pronto Coscia il quale si esibisce in un colpo di reni di alta classe.
La ripresa è avara di azioni manovrate e di palle gol. Oltretutto la sfida s’incattivisce e sovente accadono episodi poco cavallereschi tra i ventidue in campo. A farne le spese è mister Cimmino il quale al 62’ è espulso, forse troppo frettolosamente, dall’ arbitro per proteste.
L’impressione è che la partita nel marasma e nella confusione si sblocchi grazie ad un episodio il quale giunge all’85’, ma Spinelli a pochi passi dalla porta chiude troppo l’angolo alla sinistra di Coscia e la palla termina a pochi centimetri dal palo.
Dopo 5 lunghi minuti di recupero cala il sipario su una partita non propriamente spettacolare in cui forse la Viribus meritava l’intera posta in palio.
Di certo questo pareggio non preclude agli uomini di mister Cimmino la possibilità di interpretare un campionato da protagonista alla luce anche dell’ingaggio in attacco del totem Checco Ingenito.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.