Home > Attualità > Comunicati Stampa > La cucina di Terra di Lavoro incontra l’olio novello delle colline di (...)

La cucina di Terra di Lavoro incontra l’olio novello delle colline di Caiazzo

martedì 28 ottobre 2008, di Comunicato Stampa


CASERTA. Non soltanto vino ma anche olio novello. Sarà questo il filo conduttore della serata di mercoledì 29 ottobre - l’inizio è previsto alle 20.00 - organizzata per presentare l’ultimo libro della giornalista Maristella di Martino, “Le ricette di Terra di Lavoro”. Ospiti saranno, insieme all’autrice, Mario Sanza e Leandro La Manna dell’Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Formaggi, il capopanel Gaetano Avallone dell’associazione Oleum e l’enologo Pietro Razzino. L’oro verde prodotto sulle colline di Caiazzo - delicato, fruttato, meno amaro degli oli tradizionali e caratterizzato da una piacevole nota erbacea - sarà di volta in volta abbinato ai piatti che preparerà lo chef enogastronomo nonché patron della Fortezza Normanna, Antonio Ruggiero e che scandiranno i vari momenti in cui è articolato l’evento messo a punto per svelare a giornalisti, esperti del settore e semplici appassionati tutti i segreti de “Le ricette di Terra di Lavoro”. Dopo il successo della serata presso il Charly & Angel con lo scopo di far conoscere al grande pubblico dei gourmet la cucina targata Terra di Lavoro, la kermesse itinerante, organizzata da Il Raggio di Luna - società editrice specializzata nella comunicazione enogastronomica e nell’organizzazione di eventi legati al cibo e al vino - fa tappa presso Villa Cirelli dove verranno degustati una serie di piatti d’autore: aperitivo con crostini, formaggi e frittelle all’extravergine; carpaccio di bufalo con mela annurca e pescaiole; pappardelle con ricotta di bufala, fiori di zucca e tartufo nero, filetto di maiale con guanciale di maialino nero casertano e julienne di mela annurca e gran finale con mousse all’extravergine abbinati ai vini delle aziende Terre di Colapietro, Regina Viarum, Tenuta San Biagio e Della Sellecola e agli oli delle aziende Pietrazzuoli, Mazzarella e Caprareccia. Il volume, 432 pagine al costo di 9,90 euro (Il Raggio di Luna Edizioni), scatta per la prima volta una fotografia completa della cucina del Casertano raccontando attraverso 32 ristoranti e 27 agriturismi i piatti più tradizionali della proposta gastronomica di una delle province più ricche del Mediterraneo dal punto di vista dei prodotti agroalimentari: 520 pietanze tra 50 zuppe ed altrettante verdure, 100 tra pasta e sughi, ancora 100 tra carni e formaggi, 15 tra uova e frittate, 70 dolci e 40 varie, oltre ad un ricco capitolo sulla cucina delle stagioni che contiene altre 95 ricette. Un lavoro senza precedenti nel quale viene ricostruita l’identità a tavola del comprensorio attraverso la tradizione secolare e la ricerca degli ultimi anni. Il volume, messo in distribuzione durante lo scorso mese di aprile nelle edicole e nelle librerie della provincia, è ormai esaurito ed è arricchito dai contributi dei giornalisti Manuela Piancastelli e Luciano Pignataro, nonché del vicepresidente Associazione Italiana Sommelier Campania, Marco Ricciardi, che delinea un viaggio ideale tra i vini di Terra di Lavoro.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.