Home > Politica > Casagrande (Pd): "Sindaco, se ti ricattano dimettiti subito"

Casagrande (Pd): "Sindaco, se ti ricattano dimettiti subito"

lunedì 3 novembre 2008


SANT’ANASTASIA - Dall’ex consigliere del Pd, Franco Casagrande riceviamo una lettera che pubblichiamo.

Dopo il consiglio comunale del 29 ottobre, il sindaco Pone rilasciava una dichiarazione ad un noto giornale, affermando che era ricattato da qualcuno della sua maggioranza.
Risultano queste affermazioni molto gravi dal punto politico.
Il sindaco inoltre dichiarava di essere pronto a ritonare al voto senza problemi, e di rimettere il mandato agli elettori.
Sig.sindaco, sarebbe opportunio che lei faccia i nomi dei cosiddetti ricattatori.
In secondo luogo è giusto rimettere il mandato agli elettori, poichè amministrare in questo modo significa compromettere seriamente lo sviluppo di Sant’Anastasia.

Cari amici un’altra chicca di questa amministrazione è paradossale:
Con deliberazione di consiglio n.50 14 luglio 2008 l’amministrazione fittava 4 aule nell’istituto Cecilia Rocco per istituire delle classi di scuola media per la scuola della Starza,alla cifra di 4200 euro mensili,anche se la scuola a solo 50 iscritti,ed aveva bisogno solo di 2 aule.
In tutto, il comune spenderà circa 180mila euro cosi’ripartite:
sett.dicem.2008 16,800 euro
genn. dicem.2009 51,072 euro
genn.dicem.2010 53,114 euro
In tutto ciò bisogna includere le spese di trasporto a totale carico dei contribuenti anastasiani.
Ma la cosa più eclatante, è che l’amministrazione concede in fitto i locali dell’ex cucina del I circolo ad una ditta di ristorazione ad una cifra ridicola di 368 euro al mese comprese di attrezzatura, senza un ritorno favorevole per le famiglie anastasiane.

COMPRIAMO IN ORO,E VENDIAMO IN ARGENTO

FRANCO CASAGRANDE (PARTITO DEMOCRATICO)

Messaggi

  • Casagrande questa volta mi sei piaciuto. La verità non ha colorazioni: è di destra e di sinistra ma è sempre la verità. Qua la mano anche se sei mio nemico politico!
    Vigile sempre attento!

    • Egr Casagrande,
      non mi sopprende quest’altra dichiarazione, avevo già scritto precedentemente che l’AMMINISTAZIONE COMUNALE AVEVA ABOLITO LA MENSA PER ALUNNI DELLE SCUOLE ELEMENTARI E MEDIE,BASTA LEGGERE LE DELIBERE,UN GROSSO RITORNO FINANZIARIO, Egr Casagrande mi aspetto la solita risposta, cattocomunista, non nascondo la mia meraviglia del partito "La Destra" che continua a fare solo manifesti per altre emergenze e non dica come mai la sua Amministazione di centrodestra cosa fa per la scuola, domanda da me più volte richiesta, forse la scuola non e un cavallo di battaglia, vorrei ricordare che le politiche sociali sono sempre l’occhio particolare per l’intera cittadinanza dove nessuno fa una politica reale per dare sostegno a tante famiglie bisognose di Sant’Anastasia, non mi dite che centra? Saluti Sasso

    • Sig.Sasso io nella scuola ci sto tutti i giorni so bene le difficoltà che ci sono,per questo ho voluto evidenziare ancora una volta lo spreco di soldi pubblici,quanto poi queste risorse potevano veramente dare un contributo notevole alla scuola anastasiana.
      Come tutti sanno in altre scuole ci sono classe vuote,c’è l ex scuola elementare in via boccaccio completamente ristrutturate,e bonificata dall’amianto per tutto ciò furono spese 125 mila euro.

      franco casagrande

    • Egr Casagrande,
      ho voluto sottolineare la difficolta di questa Amministrazione, perchè in tanta altre dichiarazione fatte da lei l’accusavano il suo passato da consigliere comunale del centrosinistra,senza fare alcun distinzione dei ruoli, tutti dimenticano presto che sia il centrosinistra, che il centrodestra, governano sempre loro faccio un esempio oggi sono ds damani chi sa, oggi socialisti poi forza italia, oggi margherita poi udc ecc ecc ... io o difeso il suo operato sapendo che non appartiene a quella categoria dei voltagabbana, un’ago nel pagliaio,Le o sempre ricordato lei non è Medico, non è Ing, non è Avv,le sue denunce rimarrano un esempio per tanti cittadini anastasiani che non condividano le scelte da parte del comune su tante iniziative comprese quella su "AMICI" CHE NON ARRICCHISCE LA NOSTRA COMUNITA’. Un paese ricco di tradizioni antiche posso solo citarne qualcune,portoni aperti,antiche masserie,il rame, ecc.ecc..come vede non abbiamo bisogno di altri possiamo solo esportare la nostra ricchezza ma questi pensano solo............ alle fine sei solo un cattocomunista’non te la prendere per la citazione, pur io non essendo cattocomunista ti apprezzo e le dico di non mollare,le risposte non tarderanno vedrai. Ti saluto Sasso

  • se è vero questo "ricatto" secondo me è tutto iniziato con l’ingresso di alcuni soliti noti nella maggioranza. Chiedete all’ex Sindaco Iervolino, ad esempio, cosa significava avere in maggioranza il Consigliere Mauro Beneduce.

    • Casagrande hai dimenticato di dire che “il Sindaco ha già scelto anche il menbro del Consiglio di Amministrazione del Progetto financing”. Forse non lo sai ancora? I termini scadevano il 31 ottobre come da bando di concorso e la Giunta e/o il Sindaco celermente ha anche nominato il Consigliere già il giorno 3 Novembre mattina! Quando si dice che la Giunta lavora come la formica ma si muove lentamente! Chi ricatta il Sindaco? Vigile di quartiere sempre attento

    • Casagrande, al Congresso del PD quali scenari si sono prospettati? Leggo da “ilmediano” di ieri, ed è notizia che già conoscevo, che al congresso ha partecipato anche Iervolino, sindaco uscente, ma con nuova tessera del PD.
      L’Antonio (Dobellini) perché non ha chiesto allo Iervolino, ex Sindaco, i motivi per cui all’ultimo Consiglio Comunale ha preferito restare sui banchi dello SDI mentre tutti gli altri Consiglieri del PD preferivano abbandonare l’aula? Se l’ha fatto, ma io non l’ho sentita, ha avuto risposta? E’ lecito conoscerla?
      Allargando gli orizzonti politici e riportandoli poi alla realta anastasiana, si legge che l’Assessore il Dott. Montemarano presto sarà dimesso o dimissionario e che la Sanità sarà commissariata con a Commissario il Dott. Scalera dello PdL. Già il PdL è in fermento. Fra poco, si vocifera, che anche il Dott. Esposito del PD e quindi successivamente il Dott.Di Marzo, anche del PD, chiederanno di far parte della Pdl. (notizia del 8 Novembre 2008).
      Cosa resterà al PD? Questi fra poco potrebbero essere gli scenari della nuova politica anastasiana.
      La Cassandra di turno che prevede il futuro legge oggi questi scenari. Spero di avere definitiva smentita perché il salto della quaglia mi lascerebbe tanti dispiaceri.
      In ultimo chiedo: Come mai ancora non ci hai parlato del rifacimento dei marciapiedi che da S.Anastasia portano a Madonna dell’Arco e/o soltanto fino allo studio dei Dottori Esposito, Vice Sindaco e Consigliera di maggioranza?
      Perché, se ci sono o ci sono stati in corso d’opera, non ci illumini anche su questi sprechi? Per ora l’Assessorato in carica al Vice Sindaco ci fa sapere che per il completamento dei lavori si aspetta che arrivino le panchine per l’arredo esterno. Ma come vengono completati i marciapiedi nessuno ci illumina? Si completeranno con il manto di asfalto o con sanpietrini? Si sono resi conto che nell’uno, manto di asfalto, lo stesso avrà uno spessore di appena uno millemetro mentre nell’altro caso, posa in opera di sanpietrini, bisognerà rifare i lavori perché lo spessore per la posa in opera è insufficiente?
      Per restare al tema Ti chiedo: Ma che sotto sotto i ricatti al Sindaco non vengano fatti dal gruppo politico La Destra mentre tutti gli agnellini si trovano nei partiti che oggi seggono nel Consiglio Comunale?
      Ci dici qualcosa anche sul Consigliere del Consiglio di Amministrazione del Progetto Financing?
      Vigile di quartiere sempre attento

    • Il congresso vi darà tutte le risposte,per quanto riguarda il dott.Esposito mi sembra che nessuno dei cinsiglieri del pd si chiama Esposito.
      Per i marciapiedi debbono mettersi d’accordo loro,se non riescono dopo che hanno discusso in giunta come dovevano essere fatti,si figuri sulle decisioni più importanti.
      Sulla persona del cons.di amm. del cimitero non so risponderla,ma al sottoscritto interessa vedere Sant’Anastasia diversa non come la sta rendento l’amm. del sindaco Pone, pensando solamente alla spartizione di potere,è una cosa che al sottoscritto non le appartiene.
      Caro vigile attento lei mi conosce come la penso, per me vengono prima i problemi del paese,che con molto amore mi adottato insieme alla mia famiglia.
      VIVA SANT’ANASTASIA CON TUTTI GLI ANASTASIANI,E IO MI RITENGO UNO DI LORO.

      FRANCO CASAGRANDE

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.