Home > Attualità > Comunicati Stampa > Di Nardo (Idv): "Inconcepibile la chiusura dell’ospedale di Gragnano"

Di Nardo (Idv): "Inconcepibile la chiusura dell’ospedale di Gragnano"

venerdì 7 novembre 2008, di Comunicato Stampa


GRAGNANO - Interpellato dal sindaco di Gragnano, Michele Serrapica, nell’ambito della seduta del Consiglio Comunale straordinario, aperto ai sindaci e ai parlamentari del comprensorio, sull’ipotesi ridimensionamento dell’ospedale Santa Maria di Casascola e sulla sanità nell’area dei Lattari, il senatore IDV Nello Di Nardo contesta la scelta dei vertici sanitari regionali.

«È inconcepibile che dopo aver atteso tantissimi anni, aver stanziato e speso fondi per la costruzione dell’ospedale oggi si parla di chiusura – spiega il senatore Di Nardo –. È vero che le risorse sanitarie sono precarie, ma queste manovre di risanamento elaborate vanno ad esclusivo discapito della salute. Errori e cattiva gestione della sanità non possono essere addebitati ai cittadini di questo comprensorio».

Inaugurato il 3 novembre del 2005, dopo appena tre anni e lunghe polemiche per l’avvio parziale dei servizi al cittadino, l’ospedale di Gragnano è finito dunque nella lista nera della Regione tra le strutture sanitarie da decapitare.

«Non rimarremo a guardare l’ennesimo sperpero di denaro pubblico – aggiunge il senatore –, ecco perché abbiamo deciso di lottare contro il ridimensionamento e la chiusura di una struttura sanitaria fondamentale per i cittadini di Gragnano e delle città dei monti Lattari.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.