Home > Attualità > Caro prezzi, numero verde contro le speculazioni

Caro prezzi, numero verde contro le speculazioni

venerdì 7 settembre 2007


NAPOLI. Lo ha annunciato l’Assessore all’agricoltura della Provincia di Napoli, Francesco Emilio Borrelli, nel corso della riunione che ha avuto oggi, nella sala riunioni della Provincia di Napoli, con i rappresentanti della associazioni dei consumatori, dei coltivatori e dei commercianti, tra cui Vito Amendolara, Presidente provinciale della Coldiretti, Antonio Pace, Presidente dell’Ascom Napoli, e Benedetto Di Meglio, Presidente della FederConsumatori.

NAPOLI. "Il numero verde della protezione civile della Provincia di Napoli, 800343435, è a disposizione per segnalare speculazioni di quei commercianti che, approfittando delle voci di aumenti, ritoccheranno i prezzi verso l’alto, senza una reale motivazione".
Lo ha annunciato l’Assessore all’agricoltura della Provincia di Napoli, Francesco Emilio Borrelli, nel corso della riunione che ha avuto oggi, nella sala riunioni della Provincia di Napoli, con i rappresentanti della associazioni dei consumatori, dei coltivatori e dei commercianti, tra cui Vito Amendolara, Presidente provinciale della Coldiretti, Antonio Pace, Presidente dell’Ascom Napoli, e Benedetto Di Meglio, Presidente della FederConsumatori.
"Gireremo tutte le segnalazioni alle associazioni di riferimento per i dovuti controlli" ha precisato l’Assessore sottolineando che "il numero verde raccoglierà anche anomalie che i commercianti al dettaglio riscontreranno tra i loro fornitori perché l’obiettivo è conoscere il mercato e non fare guerre contro qualcuno".
La proposta ha trovato la piena adesione delle associazioni di categoria che hanno anche chiesto una maggiore attenzione per il rispetto della legge sulla tracciabilità dei prodotti ortofrutticoli. E a tal proposito, Amendolara ha ribadito "la necessità di avviare i controlli, magari attraverso la delega alla Provincia da parte della Regione che, per legge, ha la competenza".
Nel corso della riunione è emerso che i prodotti dove realmente ci sono stati prezzi sono il latte, il fior di latte, pane, ricotta e uva. Aumenti che hanno poi portato a ritocchi verso l’alto di tutte quelle produzioni che hanno, tra le materie prime, questi prodotti, a cominciare dalla pizza. Tutti gli aumenti sono vicini a percentuali del 10% che hanno portato i prezzi a salire con incrementi tra i 30 e i 50 centesimi.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.