Home > Attualità > Comunicati Stampa > Boscoreale, lunedì al via la mensa scolastica

Boscoreale, lunedì al via la mensa scolastica

giovedì 13 novembre 2008, di Comunicato Stampa


BOSCOREALE - Avrà inizio lunedì 17 novembre il servizio mensa scolastica per gli alunni delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado.
Il servizio da quest’anno scolastico presenta delle novità assolute, consistenti nella completa informatizzazione dello stesso, che concorre alla migliore gestione del medesimo. Scompaiono insomma i vecchi “Bollini” del ticket mensa, sostituiti da una “card” con barra magnetica, contenente tutte le informazioni sull’alunno (ivi compreso anche i dati di eventuali diete differenziate per motivi di salute e/o religioso) ed il credito che va ricaricato attraverso POS attualmente allocati presso l’ufficio anagrafe della casa comunale e presso gli uffici comunali della frazione Marchesa.
“L’Amministrazione Comunale -hanno spiegato il sindaco Gennaro Langella e l’assessore all’istruzione Alfonso Cirillo – da quest’anno scolastico ha deciso di introdurre un nuovo sistema di pagamento dei servizi a domanda individuale per semplificare i rapporti dei cittadini con l’Ente Comune. La novità consiste nell’introduzione di un sistema

e nella distribuzione di tesserini magnetici personalizzati, grazie ai quali si potrà provvedere al pagamento del servizio mensa scolastica. I vantaggi del nuovo sistema sono notevoli: un efficiente sistema di prenotazione dei pasti nelle scuole: comodo, veloce e senza errori; la possibilità, per ciascun utente, di controllare istantaneamente la propria situazione contabile; una maggiore attenzione alle specifiche esigenze degli utenti: produzione di pasti particolari per quegli allievi che osservano diete speciali; risparmio del costo del bollettino postale e minori tempi di attesa”. La modalità “pre-pagato” consiste nel pagamento anticipato del servizio mensa. Il pagamento, effettuabile presso gli uffici comunali indicati, è gestito attraverso l’utilizzo di una tessera personale e di terminali POS. Ad ogni utente del servizio sarà rilasciata, gratuitamente, una “card” (in caso di smarrimento il duplicato costerà euro 5,00) che gli permette di identificarsi presso le postazioni di pagamento e serve per effettuare i pagamenti del servizio mensa. “L’introduzione di questo servizio tecnologicamente avanzato è in linea con il nostro progetto di informatizzare tutti i servizi a domanda individuale – ha affermato l’assessore all’istruzione Alfonso Cirillo-. Rivolgo un accorato invito alla cittadinanza a collaborare in questa fase di passaggio ad un sistema di estrema funzionalità e facilità nell’uso, pazientando anche laddove dovessero subentrare delle difficoltà di ordine pratico. Per facilitare il compito all’utenza abbiamo stampato una gradevole brochure che sinteticamente spiega le funzioni della “card” e le modalità di ricarica e funzionamento della stessa. Devo sottolineare – ha concluso l’assessore Alfonso Cirillo- il massimo impegno profuso dal personale del settore istruzione, coordinato dal capo settore dott.ssa Raffaela Cirillo, e dal personale del settore affari generali, coordinato dal capo settore dott. Vincenzo Perna, che collabora fattivamente nella gestione della ricarica delle card, per consentire un avvio regolare delle attività in regime di radicale trasformazione dell’organizzazione dell’essenziale servizio”. Per aderire al servizio mensa scolastica va presentata, al protocollo generale, apposita domanda (il modello è disponibile presso l’ufficio scuola, presso la biblioteca comunale “F. Cangemi” e sul portale internet istituzionale www.comune.boscoreale.na.it, nella sezione modulistica), con le indicazioni delle generalità complete dell’alunno e del reddito del nucleo familiare, da dimostrare con certificazione ISEE. Da quest’anno la compartecipazione al servizio avverrà in base alla fascia reddituale d’appartenenza del nucleo familiare. Le fasce reddituali, che sono state introdotte dalla precedente amministrazione straordinaria sono 5, distinte per le tipologie di scuola (infanzia, primaria e secondaria). E’ stata prevista anche una riduzione del costo del pasto per quei nuclei familiari che si ritrovano con più figli frequentanti le scuole che fruiscono del servizio mensa. Il costo di un singolo pasto varia da euro 1,89 per la prima fascia (reddito ISEE da euro 0,00 a euro 3.000) della scuola dell’infanzia, fino ad euro 4,49 per i nuclei familiari appartenenti alla 5 fascia (reddito ISEE oltre euro 10.633). Un pasto in prima fascia (reddito ISEE da euro 0,00 a euro 3.000) per gli alunni delle scuole primarie costerà euro 3,00. Euro 3,09 costerà invece un pasto in prima fascia (reddito ISEE da euro 0,00 a euro 3.000) per gli alunni delle scuole secondarie di primo grado.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.