Home > Politica > Incompatibilità del capogruppo di An, il tribunale rinvia la (...)

Sant’Anastasia. Mancava una notifica e il giudice rimanda l’udienza al 28 gennaio

Incompatibilità del capogruppo di An, il tribunale rinvia la decisione

mercoledì 26 novembre 2008, di Gabriella Bellini


SANT’ANASTASIA - Una storia infinita quella che riguarda la decisione sull’incompatibilità che sorgerebbe per il capogruppo di Alleanza nazionale, Alfonso Gifuni. L’udienza è stata, infatti, nuovamente rinviata. Questa volta il giudice del tribunale di Nola ha verificato che c’era un errore nelle notifiche ed ha fissato l’udienza per il 28 gennaio.
Sulla incompatibilità, ancora da stabilire, del consigliere di An è stato presentato un ricorso che richiama i fatti avvenuti lo scorso anno. Nel 2007, infatti, Gifuni ed i suoi fratelli hanno commesso un abuso edilizio nel Parco nazionale del Vesuvio scoperto dai carabinieri e per il quale il Comune ha chiesto l’abbattimento. Da qui la decisione per l’esponente del centrodestra di presentare ricorso al Tar contro la scelta dell’Amministrazione. Atto che ha dato il via alla "lite” tra il capogruppo consiliare ed il Comune. Un ricorso contro Gifuni che parte dall’articolo 63 (comma 4) del Testo unico degli Enti locali (legge 267 del 2000) che prevede l’incompatibilità per chi abbia una lite pendente, in quanto parte di un procedimento civile od amministrativo, con il Comune. Finora l’Amministrazione non ha preso provvedimenti, nonostante quanto stabilito dall’articolo 69, sempre della legge 267, che specifica che se “successivamente alla elezione si verifichi qualcuna delle condizioni previste dal presente capo come causa di ineleggibilità ovvero esista al momento della elezione o si verifichi successivamente qualcuna delle condizioni di incompatibilità previste dal presente capo il consiglio di cui l’interessato fa parte gliela contesta”.
Il procedimento è, dunque, ancora in corso a dispetto di chi sosteneva che il tribunale avesse rigettato già lo scorso settembre il ricorso presentato da alcuni cittadini vicini al movimento politico de La Destra. Proprio un loro esponente, infatti, entrerà nell’assemblea al posto di Gifuni, se la legge gli darà ragione e si tratta di Felice Manfellotto.

Messaggi

  • Esimio Direttore, ha reso perfettamente il concetto " Finora l’Amministrazione non ha preso provvedimenti, nonostante quanto stabilito dall’articolo 69, sempre della legge 267, che specifica che se “successivamente alla elezione si verifichi qualcuna delle condizioni previste dal presente capo come causa di ineleggibilità ovvero esista al momento della elezione o si verifichi successivamente qualcuna delle condizioni di incompatibilità previste dal presente capo il consiglio di cui l’interessato fa parte gliela contesta”. " Questo quanto avrebbe dovuto fare il Signor Sindaco e principalmente il Segretario Comunale alla prima seduta del nuovo Consiglio Comunale insediato.
    E’ anche inutile ripetere che La Destra ufficialmente ha chiesto alle Istituzioni di conoscere la posizione ed i nominativi di eventiuali altri "non compatibili".A noi non è dato sapere e nessuna risposta è pervenuta finora.
    Pare che l’elenco sia stato dato al Presidente della Commissione Trasparenza ma poiché ad oggi tutto tace dobbiamo ritenere che allo stesso Presidente nessun nominativo sia stato comunicato.
    Sarebbe, è un mio modesto parere, molto grave se il Presidente della Commissione Trasparenza , fattane domanda ed avute le dovute risposte, finora ancora non si sia attivato in Consiglio Comunale e neppure presso il Presidente del Consiglio perché mettesse all’o.d.g. di un Consiglio Comunale Straordinario:
    - Posizione dei Consiglieri Comunali, eventuale incompatibilità.
    - Incompatibilità di eventuali Presidenti e Consiglieri di Commissioni e/o di Municipalizzate.

    Nelle alte sfere non vogliono che i Cittadini sappiano di essere rappresentati da eventuali Consiglieri INCOMPATIBILI.
    Giorno verrà che la Magistratura dica ciò che da mesi cerchiamo di sapere per i canali ufficiali comunali.
    Cordialmente.
    ing. Mario Merone, Presidente La Destra

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.