Home > Attualità > Comunicati Stampa > Blitz Castelvolturno, i deputati Pd: "Perchè sono stati usati certi (...)

Blitz Castelvolturno, i deputati Pd: "Perchè sono stati usati certi metodi?"

sabato 29 novembre 2008, di Comunicato Stampa


CASTELVOLTURNO - "All’alba di giovedì 20 novembre è stata compiuta una vasta operazione dalla Polizia, con un dispiegamento di circa 300 uomini e di svariati mezzi, presso il condominio American Palace, simbolo della comunità africana presente a Castel Volturno. Gli obiettivi del blitz sarebbero stati il prelevamento di 4 latitanti ed il rinvenimento di armi e droga. Il risultato non ha evidentemente corrisposto alle attese: sembra sia stata trovata una modica quantità di stupefacenti in un appartamento e nessuna traccia di armi; sono state inoltre prelevate e trasportate nei CIE di tutta Italia 90 persone, alcune delle quali provviste di permesso di soggiorno, ma nessuna di esse è risultata avere precedenti per spaccio o legami con la criminalità organizzata; inoltre molti appartamenti del condominio risultano gravemente
danneggiati". E’ quanto dichiarano i deputati del Pd Andrea Sarubbi, Jean Leonard Touadì, Pina Picierno e Stefano Graziano che sull’argomento hanno presentato oggi un’interrogazione parlamentare alla Camera. "Vogliamo chiedere al ministro Maroni quali sono le ragioni che hanno portato alla decisione di utilizzare un numero di uomini e mezzi così spropositato a fronte di risultati tanto deludenti; soprattutto sapere dal Governo quali azioni si intendono intraprendere per prevenire la tensione sociale a Castel Volturno, paese che ospita una grande comunità africana per larga parte formata da onesti lavoratori che rischiano ora di sentirsi, dopo la strage camorristica di settembre, abbandonati anche dalle istituzioni".

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.