Home > Attualità > Comunicati Stampa > Pollena, Comune e forze dell’ordine insieme contro i botti illegali

Pollena, Comune e forze dell’ordine insieme contro i botti illegali

mercoledì 17 dicembre 2008, di Comunicato Stampa


POLLENA TROCCHIA - Amministrazione comunale, forze dell’ordine e scuole, insieme per dire «no» ai botti illegali. Due giorni di incontri con gli alunni delle scuole medie cittadine e gli studenti dell’istituto alberghiero «Ugo Tognazzi», per il sindaco di Pollena Trocchia, Francesco Pinto, che, insieme al tenente Vito Ingrosso (Tenenza Carabinieri di Cercola) e al comandante della polizia municipale Mario Accardo,ha voluto incontrare personalmente i ragazzi. «L’iniziativa è stata sollecitata dal tenente Ingrosso e dall’Arma, per spiegare agli studenti le conseguenze dell’uso improprio dei fuochi pirotecnici – dice il sindaco – e noi siamo stati lieti di aderirvi, spiegando alle giovani generazioni, dunque alla classe dirigente di domani, che la vita è fatta di regole da rispettare, le istituzioni hanno il dovere di veicolare messaggi positivi». Un imminente Capodanno che nasce dunque sotto buoni auspici, nella speranza che la collaborazione intrapresa possa continuare anche per altre iniziative. «Pensiamo ad una serie di campagne di sensibilizzazione su varie tematiche – continua il primo cittadino – una sorta di programma di educazione civica». «E’ stata un’esperienza estremamente positiva – commenta il tenente Ingrosso – la presenza dei carabinieri nelle scuole è importante e se anche uno solo dei ragazzi avesse recepito il messaggio, per noi è già un grosso successo ma, a giudicare dall’accoglienza, e dall’interesse mostrato dagli studenti, direi che è di sicuro un esperimento da ripetere». Il sindaco Pinto, il tenente Ingrosso e il comandante della PM hanno colto l’occasione per ricordare ai ragazzi, chiedendo loro di veicolare il messaggio in famiglia e far rispettare le regole, che i botti di Capodanno venduti da ambulanti, quelli che si trovano sulle bancarelle, sono assolutamente illegali. «I fuochi pirotecnici vanno acquistati soltanto nei negozi autorizzati – rammenta Ingrosso – in possesso di regolare licenza rilasciata dal Prefetto e analoga a quella occorrente per la vendita di armi».

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.