Home > Cronaca > Racket a San Giorgio, il sindaco Giorgiano:"Noi non ci faremo (...)

Racket a San Giorgio, il sindaco Giorgiano:"Noi non ci faremo intimidire".

In visita al negozio di calzature L’Arianna, colpito da un attentato l’altra notte, il sindaco ha solidarizzato con i proprietari.

mercoledì 7 gennaio 2009


San Giorgio a Cremano. Il sindaco Mimmo Giorgiano, insieme al vicesindaco Giorgio Zinno ed al Direttore Generale del Comune Alfonso Raho, ha fatto visita, ieri Mercoledì 7, al negozio di calzature “L’Arianna” di via Pittore, colpito da un attentato la notte dell’Epifania, per portare la sua solidarietà personale ed istituzionale al proprietario dell’esercizio commerciale Raffaele Torino, alla famiglia ed ai collaboratori.
“L’Amministrazione Comunale ed i cittadini onesti di San Giorgio a Cremano non si lasceranno intimidire: chi ha compiuto un gesto così vile, piazzando un ordigno presso il negozio, non merita di fare parte del nostro consesso civile. Ho voluto portare personalmente la mia solidarietà al signor Torino ed ai suoi collaboratori perché possano sentire vicine le istituzioni e sapere che, in un momento così difficile, non sono soli ma dalla loro parte c’è una intera città. Non conosciamo ancora la matrice dell’attentato perché le forze dell’ordine stanno ancora indagando, ma sia che si tratti di racket che di una vendetta personale, la nostra condanna è durissima.”

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.