Home > Appuntamenti > Somma, torna in piazza "o’ fuoco e Sant’Antuono"

Somma, torna in piazza "o’ fuoco e Sant’Antuono"

venerdì 9 gennaio 2009, di La redazione


SOMMA VESUVIANA - Torna l’appuntamento con "o’ fuoco e Sant’Antuono". Appuntamento domenica 18 gennaio a Somma Vesuviana, dopo il successo delle edizioni precedenti anche quest’anno si ripeterà in piazza Trivio il tradizionale evento che inaugura il periodo di Carnevale, ovvero ‘o Fuoco ‘e Sant’Antuono tipica e tradizionale manifestazione folcloristica che consiste nell’accendere, in luogo pubblico un grosso falò, e tutti intorno ballano e cantano per un buon auspicio per il nuovo anno.
La festa di Sant’Antonio abate era in passato una delle ricorrenze più sentite nelle comunità contadine. Anche oggi è piuttosto diffusa, soprattutto nelle zone rurali e nei paesi, dove le tradizioni sono molto più radicate che nelle città.
Nella cultura popolare, Sant’Antonio abate veniva raffigurato con accanto un porcellino; i contadini per distinguerlo dall’altro Sant’Antonio, quello di Padova, lo chiamavano Sant’Antuono, spesso era raffigurato con lingue di fuoco ai piedi e un grosso bastone alla cui estremità era appeso un campanellino.
La manifestazione, organizzata dal Comitato Festa Della Tammorra e La Paranza Della Traversa, avrà il seguente programma:
Dalle ore 18,00 allestimento del falò più grande delle zone vesuviane.
Dalle ore 20,00 ci sarà l’accensione del falò.
La serata sarà allietata da tantissime TAMMURRIATE eseguite da gruppi di musica popolare provenienti da diverse zone vesuviane e non, inoltre potrete degustare pietanze tipiche locali, le buonissime caldarroste ed ovviamente Nun Mancarrà ‘o bicchier ‘e vino Buon rà Muntagna ‘e Somma.
Per maggiori informazioni: festadellatammorra@gmail.com

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.