Home > Attualità > Premiata la differenziata a Sant’Anastasia

Premiata la differenziata a Sant’Anastasia

sabato 17 gennaio 2009, di Mina Spadaro


SANT’ANASTASIA. Si cominciano a toccare con mano i primi risultati di una efficiente raccolta differenziata. Pochi giorni fa, infatti, il sindaco ha “incassato” 53mila euro ed è dallo scorso giugno che il Comune non paga più circa 23mila euro al mese di oneri aggiuntivi, proprio grazie al buon funzionamento della differenziata. Sulle spese sostenute direttamente per il conferimento, nell’anno 2008, di circa un milione e mezzo di kg di frazione umida, lo Stato potrà riconoscere un contributo di circa 56mila euro; la percentuale annua 2008 della differenziata è stata del 27,62% con una percentuale media – da luglio a dicembre – del 46% e, infine, è in programma la realizzazione di un’isola ecologica. I premio di 53mila euro è stato riconosciuto al Comune per avere superato il 10% di raccolta differenziata rispetto al passato, tutto ciò grazie sia alle modalità di attuazione, sia alla efficiente collaborazione dei cittadini. “Oggi posso dire, e l’ho detto anche in passato, di aver visto giusto. – Commenta il sindaco Carmine Pone – Quando dicevo che era più corretto investire denaro pubblico in una buona raccolta differenziata dei rifiuti, per affrontare e risolvere la grave crisi in cui eravamo, con le strade piene di tal quale, evidentemente non sbagliavo”. “Abbiamo pulito le strade, abbiamo avuto il sostegno dell’esercito, abbiamo avuto la piena collaborazione dei cittadini nella raccolta porta a porta, l’impegno della polizia municipale – continua il sindaco – a non tollerare abusi con un controllo continuo, è passata bene l’idea di tenere il paese pulito puntando sui cittadini virtuosi, che si sono rivelati essere la maggioranza. Non ci siamo scoraggiati di fronte alle difficoltà, ho incontrato tanti cittadini e illustrato loro i miei obiettivi. Mi hanno capito, evidentemente, e hanno fatto e devono continuare a fare con determinazione la differenziata in casa, perché dobbiamo migliorare sempre”. “Sono soddisfatto – afferma l’assessore al ramo, Pasquale Coppola – e puntiamo nel 2009 a stabilizzare e incentivare un’accurata selezione dei rifiuti da parte dei cittadini, che vanno ringraziati per la collaborazione, al fine di aumentare le percentuali di raccolta differenziata e a migliorare il servizio di igiene urbana. I risultati raggiunti sono il frutto di un lavoro assiduo, che ci ha visto monitorare la raccolta anche giorno per giorno e apportare al piano che abbiamo adottato i correttivi più adatti a garantire un servizio funzionante, che è andato a pieno regime nel periodo settembre/dicembre 2008. Con l’arrivo dei finanziamenti che abbiamo chiesto per realizzare l’isola ecologica, già progettata, avremo un altro strumento per garantire un servizio che ci permetterà, tutti insieme, di guardare avanti fiduciosi”. La richiesta di finanziamento di € 360.281,00 – con a carico del Comune la spesa di € 92.041,93 - per la realizzazione di un’isola ecologica di tipo 3B è stata inoltrata alla Provincia di Napoli, per accedere ai benefici previsti dal bando provinciale, finalizzati allo sviluppo e all’incremento della raccolta differenziata. La realizzazione dell’isola ecologica, sull’area di proprietà comunale in località Boschetto, una zona classificata F1 (attrezzature) dal Piano Regolatore, risponde alla convinzione dell’Amministrazione Comunale di dover porre in essere tutte le azioni possibili per migliorare il servizio della raccolta differenziata.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.