Home > Appuntamenti > Cena al buio: un’esperienza alla scoperta dei sensi

Cena al buio: un’esperienza alla scoperta dei sensi

sabato 17 gennaio 2009, di Mina Spadaro


SANT’ANASTASIA. Presso il centro “Liguori” sito in via S. Giuseppe, venerdì 23 gennaio alle ore 20.30 si terrà una “Cena al buio”, un’esperienza che ha già preso piede in città come Parigi, Berlino, Bologna, Pavia, Piacenza, Mestre, Milano, Catania, Napoli e che dà la possibilità ai partecipanti di creare una nuova gerarchia non solo dei sensi ma anche nei valori e nelle relazioni. L’iniziativa consiste nel consumare una cena completamente al buio, dove, il venir meno della vista delle pietanze da gustare non farà che acuire gli altri sensi per la percezione dei profumi, del tatto e, soprattutto, del gusto dei cibi. Le cene al buio sono, in genere, promosse da associazioni di e per non vedenti che, in questo modo originale, raccontano se stessi, la loro quotidianità, le loro sensazioni. Un momento di convivialità che coniuga solidarietà e tempo libero, voglia di fare amicizia e nuove conoscenze, per vivere sensazioni capaci anche di far riflettere. Prima di iniziare a cenare, gli ospiti saranno accolti dalle associazioni organizzatrici, rappresentanze dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti e dell’Unione Nazionale Italiana Volontari Pro Ciechi di Sant’Anastasia e Associazione Unione Nazionale Italiana Volontari Pro Ciechi di Napoli, che forniranno tutte le indicazioni e le regole da osservare. La sala sarà completamente oscurata e saranno messi in disuso tutti gli oggetti che potrebbero essere fonte di luce (cellulari, orologi, accendini ecc.). Entrati in sala il personale addetto accompagnerà ogni ospite al suo posto e, in attesa che venga servita la cena, si gusta un aperitivo, si ascolta musica, si conversa, si fanno nuove conoscenze. A questo punto comincerà la cena: gli ospiti assaporeranno il menù con olfatto, gusto e con la voglia di divertirsi. I piatti saranno serviti e commentati da persone non vedenti specificamente preparate. La cena continua: si scopriranno i profumi, i sapori a cui non si è mai prestato attenzione perché distratti dall’aspetto, dalla forma, dal colore, dalle quantità. Si chiacchiera con i vicini di tavolo. La cena si conclude con il ritorno della luce in sala per un ulteriore scambio di opinioni e con il saluto degli organizzatori. Con la quota di partecipazione di € 25,00 a persona, si contribuirà a finanziare un campo scuola per bambini e ragazzi minorati della vista. Per informazioni e prenotazioni:3346048850,
email:fornarog@uiciechi.it
La cena sarà riservata a 50 persone.
La prenotazione è obbligatoria

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.