Home > Attualità > E’ morto lo storico socialista Gaetano Arfè

E’ morto lo storico socialista Gaetano Arfè

giovedì 13 settembre 2007


NAPOLI. Gaetano Arfè, storico dell’età contemporanea ed esponente socialista, si è spento stamattina a Napoli all’età di 82 anni. Malato da tempo, è morto nella clinica dove era stato ricoverato due giorni fa per una crisi respiratoria.

Era nato a Somma Vesuviana nel 1925. Nel 1944 partecipa alla lotta partigiana in Valtellina nelle formazioni di Giustizia e Libertà e l’anno successivo si iscrive al Partito Socialista Italiano. Nel 1948 si laurea in Lettere e filosofia a Napoli e si specializza in storia presso l’"Istituto italiano di studi storici" presieduto da Benedetto Croce. Negli anni sessanta è funzionario presso gli Archivi di Stato e dal 1965 libero docente di Storia contemporanea nelle Università di Bari e Salerno. Dal 1973 è titolare della cattedra di "Storia dei partiti e movimenti politici" all’università di Firenze.
Già entrato in contatto a Firenze con la rivista Il Ponte e con Piero Calamandrei e Tristano Codignola, collabora con Gaetano Salvemini alla raccolta degli scritti sulla questione meridionale. Dal 1959 al 1971 è condirettore della rivista socialista Mondo Operaio, e dal 1966 direttore dell’Avanti! per dieci anni. Nel PSI fa parte del Comitato centrale e della Direzione del partito dal 1957 al 1982; nel 1972 è eletto senatore nel collegio di Parma, e ricopre il ruolo di vicepresidente della "Commissione istruzione" e poi della "Commissione esteri", nonché relatore della legge sui "Provvedimenti urgenti per l’Università". Nel 1976 è eletto deputato nel collegio di Parma-Modena-Reggio-Piacenza; entra nella "Commissione affari costituzionali" e rappresentò il gruppo socialista nelle trattative sul Concordato. Nel 1979 viene eletto deputato al Parlamento europeo per il collegio Nord-est per le liste del PSI: è relatore sul tema della politica televisiva europea e promuove la "Carta dei diritti delle minoranze etniche e linguistiche". È stato membro della Commissione per la gioventù, la cultura, l’educazione, l’informazione e lo sport e della Delegazione al comitato misto Parlamento europeo/Assemblea della Repubblica del Portogallo. Ha aderito al gruppo parlamentare del Partito del Socialismo Europeo. Nel 1987, ormai lasciato il partito, è eletto senatore nel collegio di Rimini come indipendente nelle liste del PCI. Fra i suoi scritti più importanti:
"Storia dell’Avanti!" del 1958;
"Storia del socialismo italiano 1892-1926" , del 1965;
"Storia delle idee politiche economiche e sociali", del 1972 (cura del 5° volume, sull’età della rivoluzione industriale);
"La questione socialista" del 1986: con questo testo motivava la sua fuoriuscita dal PSI negli anni della segreteria di Bettino Craxi.
Numerosi i suoi scritti ed interventi su personaggi e tematiche di storia dei movimenti politici, con attenzione anche alle vicende di Giustizia e Libert, dell’anarchismo, su momenti e personaggi minori della storia del movimento operaio.
A Gaetano Arfè lo storico sommese Ciro Raia ha dedicato quattro anni fa un volume: "Gaetano Arfé. Un socialista del mio Paese", Piero Lacaita editore, Manduria-Bari.
Una camera ardente è stata allestita nella sala Santa Chiara, in Piazza del Gesù. Non ci saranno funerali religiosi, ma una funzione pubblica che si svolgerà domani alle 11:30, alla presenza del sindaco di Napoli.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.