Home > Attualità > Successo di pubblico per il Pomigliano Musica festival

Successo di pubblico per il Pomigliano Musica festival

giovedì 13 settembre 2007


POMIGLIANO D’ARCO. I dati dell’audience e dell’affluenza nel parco pubblico premiano lo sforzo dell’associazione Paideia, l’ente organizzatore dell’evento. Che è già al lavoro per l’edizione del prossimo anno.

“Quella di quest’anno è stata indubbiamente la migliore edizione della rassegna sia per la qualità dei partecipanti sia per l’affluenza del pubblico”. Con queste parole Mimmo Perrotta, direttore artistico del Pomigliano Musica Festival e presidente dell’associazione di promozione sociale Paideia, commenta l’andamento della settima edizione della manifestazione canora andata in scena nel parco pubblico della città delle Industrie nell’ultimo week end. I numeri parlano da soli: 44 concorrenti in gara, ospiti d’eccezione, settemila contatti in quattro gironi sul sito internet, oltre cinquantamila spettatori in platea e oltre un milioni di telespettatori. “Le persone sono venute per vedere i giovani in gara- sottolinea Perrotta-. Ed è un fatto importante. Quando gli ospiti andavano via, il pubblico è rimasto seduto al proprio posto per il resto della serata. Evidentemente, lo spettacolo era gradevole. Abbiamo puntato molto sui giovani. Il risultato finale ci ha premiato”. Il protagonismo giovanile, l’arte, la musica e la cultura sono stati gli slogan del Festival in un’ottica di rivalutazione e rilancio del patrimonio della parte interna del Vesuviano che, a sua volta, sono due degli obiettivi di Paideia. “Giovani sono stati i cantanti, i presentatori, lo staff organizzativo e il maestro Vincenzo Sorrentino con la sua orchestra- aggiunge Perrotta-. Quest’ultimo in particolare si è messo a totale disposizione dei cantanti in gara intervenendo, nelle fasi preliminari, a titolo completamente gratuito e dal vivo su testi e arrangiamenti. Solo un grande professionista può farlo. Oltre alla quota di iscrizione alla competizione, i concorrenti non hanno pagato null’altro”.
Per quanto riguarda le classifiche finali, nella categoria editi, hanno vinto: Raffaele Beneduce; Rosanna Lombardi (televoto); Francesca Di Cresce e Antonio Rodia (miglior voce); Cinzia Del Barba (premio della giuria) e Maria Izzo (miglior interpretazione). Nella categoria inediti: Gabriele Aprile; Luigi D’Andrea (miglior testo); Chiara Di Mauro (miglior musica); Cristina Di Nardo (miglior voce) Fatima Fausto e Renato Maggio (migliore interpretazione) e Angela Coppola (televoto).
Archiviata l’edizione di quest’anno, nell’associazione di via Trento si guarda già alla prossima. “Stiamo già ricevendo via e-mail le prime richieste di partecipazione da parte di giovani artisti- sottolinea Perrotta-. Abbiamo pure pensato ad alcune novità da apportare. Ma siamo ancora in una fase di studio. L’unica cosa che posso dire è che la prossima edizione sarà sicuramente più ricca e interessante di questa appena conclusa”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.