Home > Politica > Brusciano, l’assessore Guarino contro gli aumenti della tarsu

Brusciano, l’assessore Guarino contro gli aumenti della tarsu

In una lettera l’assessore al bilancio di Brusciano chiede un fronte comune all’intera provincia

sabato 21 febbraio 2009


Brusciano. “Cornuti e mazziati”. Così probabilmente si sentono oggi i cittadini campani alle prese con i considerevoli aumenti della Tarsu, la tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, che sono scattati dal 1 Gennaio 2008.E sulla scia di questo sentimento diffuso che giunge, al Presidente della Provincia di Napoli Dino Di Palma; agli assessori al bilancio e ai sindaci dei Comuni della Provincia di Napoli e alla Iervolino, sindaco della stessa Napoli, una lettera a firma di Carmine Guarino, assessore al bilancio e alle finanze di Brusciano.La missiva mette in risalto quanto sia ingiusta la legge, varata dal governo Prodi nel luglio del 2007, secondo cui il finanziamento della raccolta differenziata ricadrebbe per cinque anni, a partire dal primo gennaio 2008, per intero sui comuni pena, se non applicata, lo scioglimento dell’Ente stesso. Ingiusta perché, si legge tra le righe, “in questi anni i vari Governi anziché individuare e sanzionare le responsabilità di quanti nei Consorzi pubblici hanno solamente accumulato enormi debiti senza assicurare il servizio con continue emergenze rifiuti, si è preso solo e semplicisticamente atto dell’immane debito, condannando, perché di una condanna senza appello si tratta, i cittadini campani a ripianare i conti, quasi che i colpevoli fossero proprio gli utenti, costringendo i Comuni alla copertura integrale dei costi della Tarsu”.Dunque l’assessore, chiede una sponda ai suoi colleghi in un periodo di “acclarata crisi economica mondiale”, per far si che si faccia un azione congiunta di sollecito al Governo affinché ammorbidisca e differisca le tariffe della Tarsu.Tutto ciò, sempre secondo l’assessore Guarino, il quale opera in giunta di centrodestra, servirebbe a dare “respiro” alle tasche dei cittadini già svuotate dall’aumento di beni e servizi ed incolpevoli di fronte alla disastrosa gestione dei rifiuti “ai livelli alti”.La lettera si chiude con una richiesta specifica alla Iervolino, “sindaco del Comune capoluogo, affinché si assuma la responsabilità di coordinare le diverse ed urgentissime iniziative da mettere in campo”. Perché, sempre secondo l’assessore Guarino, “è necessario, oggi più che mai, coraggio e determinazione ma anche conoscenza del territorio e dei tempi che si vivono senza Leggi che sono solamente distanti dai cittadini, dalle famiglie e dai veri bisogni delle stesse”.Un giorno, un impegno del genere, ci piacerebbe vederlo anche per l’abbattimento dei costi della politica.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.